... Non Solo Cromopuntura

domenica 25 dicembre 2016

I CORRISPETTIVI PSICOLOGICI DEL DOLORE


Secondo la dott.ssa Susan Babbel, psicologa e specialista in depressione,i dolori cronici in varie parti del corpo segnalano uno specifico problema psicologico o una paura nascosta. Lei dà anche una serie di semplici consigli su come liberarsene.
TESTA - troppa tensione, preoccupazioni anche per le piccole cose, fretta. Cosa fare: ogni giorno, trovate un po' di tempo per voi, rilassatevi, riposate e non sentitevi in colpa. La vostra "produttività" crescerà.
COLLO - un carico di rancori verso il prossimo, un dispiacere a causa della propria imperfezione. L'impossibilità di perdonare. Cosa fare: cambiate il vostro rapporto con gli altri. Nella maggioranza dei casi le persone non vogliono offendervi, imparate a perdonare e pensate di più alle cose che amate.
SPALLE - un carico emozionale, probabilmente, legato ad una persona, o l'impossibilità di prendere un'importante decisione che continuate ad avere sulle spalle... cosa fare: raccontate dei vs problemi ad un amico, forse riuscite a vederli con gli occhi nuovi.
PARTE SUPERIORE DELLA SCHIENA - mancano le persone vicine. Non ci sentiamo amati o stimati. Cosa fare: comunicate di più con persone diverse, siate aperti, non sopprimete in voi il sentimento di attaccamento.
PARTE INFERIORE DELLA SCHIENA - molte preoccupazioni riguardo i soldi e il benessere materiale. Cosa fare: smettete di pensarci: le cose migliori della vita sono gratis! E fate ciò che vi piace fare.
GOMITI - manca la flessibilità, la capacità di scendere a compromessi; la paura delle novità. Cosa fare: non perdete l'energia combattendo le cose che non potete cambiare.
MANI - le mani fanno male a coloro che hanno un forte bisogno dell'amicizia, di rilassamento. E' ora di uscire dal vs guscio.
FIANCHI - fanno male a coloro che si attaccano alle cose troppo prevedibili, confortevoli, che hanno paura dei cambiamenti. Cosa fare: non fate resistenza allo scorrimento naturale della vita, percepiteli come un'avventura e non rimandate le decisioni importanti.
GINOCCHIA - un forte ego, pensiamo troppo a noi e poco agli altri. Cosa fare: guardatevi intorno e siate più attenti al prossimo; ascoltate un amico, aiutate la madre, sostituite un collega.
GAMBE - il dolore nelle ginocchia è il simbolo di un forte sovraccarico emotivo (tormenti amorosi, gelosia). Cosa fare: imparate ad avere fiducia nel partner, smettete di controllarlo. E forse è arrivato il tempo di rinunciare da un rapporto logoro.
CAVIGLIE - un dolore nelle caviglie significa che ci dedichiamo poco tempo, ci neghiamo dei piaceri. Cosa fare: compratevi ciò che vi piace, dormite a volontà, dimenticate per il momento il lavoro e progettate una vacanza.
PIEDI - è una profonda apatia. Il corpo si rifiuta di andare avanti, come se noi avessimo paura della vita e non ne vediamo il senso. Cosa fare: imparate a vedere le piccole gioie della vita, riempite la vostra vita, evitate i tristi ricordi e sorridete di più.
CONCLUSIONI. Amatevi e perdonatevi. Mostriate più attenzioni al prossimo, non tenete i rancori. Comunicate, sorridete di più e ... stiate bene!

advanced mind italia
come rimuovere i dolori psicosomatici
http://cromopuntura-cromos.blogspot.it/2017/06/psycosomatics.html



venerdì 23 dicembre 2016

Essenza Combinata di Fiori Australiani ENERGY

L’Essenza Combinata di Fiori Australiani Energy è utile per rinnovare la passione e l’entusiasmo per la vita, armonizzare le forze vitali.
Caratteristica della combinazione
Specifica per le persone che non si sentono in forma e che stanno vivendo una situazione di calo energetico, talvolta accompagnato da uno stato di scoraggiamento o spossatezza. Rinnova l’entusiasmo e la gioia per la vita, favorendo una maggior dinamicità.
Combinazione creata con le Essenze dei Fiori Australiani Banksia Robur, Crowea, Illawarra Flame Tree, Macrocarpa, OId Man Banksia, Yellow Cowslip Orchid.
Caratteristiche delle singole essenze contenute in Energy
  • Banksia Robur: rimedio specifico per le persone che normalmente sono dinamiche e che esprimono il proprio entusiasmo energicamente, ma che per determinate ragioni sono stanche, frustrate o che presentano difficoltà a riprendersi completamente. Aiuta a togliere la negatività che impedisce la risalita verso il benessere.
  • Crowea: ha un notevole effetto tranquillizzante e tonificante su corpo e mente, donando un intenso senso di benessere e quiete. è un ottimo rimedio per l’ansia che può togliere energia e vitalità.
  • Illawarra Flame Tree: aiuta a compiere il primo passo per la concretizzazione delle proprie potenzialità, imparando ad ascoltare le aspirazioni della vita, senza sentirsi oppressi dalle responsabilità. Rafforza e riequilibra l’attività del timo, ghiandola del sistema immunitario deputata alla produzione dei linfociti T.
  • Macrocarpa: ottimo tonico fisico generale, specifico per le ghiandole surrenali, che aiuta a rafforzare la salute, apportando maggiore energia. E’ indicato in stati di indebolimento o forte spossatezza.
  • OId Man Banksia: rimedio specifico per le persone tristi e pletoriche che lamentano poca energia. Aiuta a riconquistare la potenza perduta, riaccendendo la scintilla del vigore. Favorisce il bilanciamento dell’attività degli ormoni tiroidei.
  • Yellow Cowslip Orchid: favorisce il riequilibrio energetico dell’ipofisi. Molto utile per le persone tendenzialmente critiche e giudicanti. Aiuta ad affrontare i conflitti e le diversità con imparzialità. Supporta le attività celebrali, favorendo l’integrazione dei nuovi concetti e l’apertura verso le nuove idee.
Consigli d’uso: Integrare con sette gocce sotto la lingua, mattina e sera.

Essenza Combinata di Fiori Australiani STRESS STOP


L’Essenza Combinata di Fiori Australiani STRESS STOP è indicata per ottenere rilassamento, calma e stabilità, capacità di gestire abilmente le numerose attività quotidiane.

Caratteristica della combinazione

Aiuta a contrastare gli stati d’ansia, favorisce il rilassamento, attenua i disagi fisici causati dallo stress, armonizzando i ritmi biologici e migliorando la qualità del sonno negli adulti e nei bambini, consentendo di raggiungere il rilassamento necessario per un buon sonno ristoratore. Permette di imparare a delegare le mansioni, a dedicare tempo e spazio a sé stessi senza lasciarsi travolgere da agitazione e preoccupazioni.

Combinazione creata con le Essenze dei Fiori Australiani Black-eyed Susan, Bottlebrush, Boronia, Bush Fuchsia, Crowea, Jacaranda, Little Flannel Flower, Paw Paw.

Caratteristiche delle singole essenze contenute in Stress Stop

Black-eyed Susan: aiuta a rallentare quei ritmi talvolta incalzanti e a riconsiderare la propria interiorità, scoprendo il centro della quiete in se stessi. Dona l’opportunità d’imparare a delegare le mansioni quando queste sono eccessive. Utile anche per le persone che mangiano molto velocemente, ingurgitando il cibo con voracità e che possono di conseguenza manifestare problemi digestivi.

Bottlebrush: permette di vivere la vita e i suoi inevitabili cambiamenti, superando intelligentemente il passato ed aspettando serenamente le nuove esperienze della vita. Molto utile per le persone “programmatrici” che subiscono eccessivamente i cambiamenti di programma.

Boronia: favorisce la serenità e la chiarezza di pensiero, soprattutto quando lo stress assume forme ossessive. Attenua i pensieri assillanti e spiacevoli, aiutando a fermare le rimuginazioni che spesso concorrono all’emergere dell’insonnia.

Bush Fuchsia: promuove il ritrovamento dell’armonia, della capacità di ascolto e della fiducia nelle proprie intuizioni. Favorendo una più efficiente comunicazione interemisferica cerebrale, migliora la concentrazione e l’attenzione.

Crowea: ha un notevole effetto tranquillizzante e tonificante per corpo e mente, donando un intenso senso di benessere e quiete. è un ottimo rimedio per l’ansia che può causare contratture muscolari e ha un ottimo effetto riequilibrante sullo stomaco, migliorando le problematiche digestive correlate a stress.

Jacaranda: rimedio elettivo per uno stato di sovra-eccitazione. Conferisce equilibrio, decisione e chiarezza di pensiero, caldeggiando l’ideazione di strategie precise ed efficaci che permettono di completare ogni progetto con successo.

Little Flannel Flower: Molto utile per le persone particolarmente impegnate che tendono a vivere la quotidianità con eccessiva serietà e rigidità.

Paw Paw: rafforza il processo intuitivo, così da rendere più accessibili le soluzioni ai problemi. Quando si è della condizione di dover prendere importanti decisioni, allenta l’impressione di eccessiva responsabilità su se stessi.

Consigli d’uso: Integrare con sette gocce sotto la lingua, mattina e sera.
Massaggiare dolcemente sul corpo e più specificatamente sulle zone dove tendono a manifestarsi disagi fisici, come contratture muscolari causate dallo stress.
Vaporizzare spesso negli ambienti dove si stanno vivendo tensioni e nervosismo.

Stress Stop - Essenze Floreali
Per combattere lo stress

lunedì 19 dicembre 2016

RADIONICA: ACQUA BENEDETTA


CARI AMICI, IN OCCASIONE DI QUESTO PERIODO NATALIZIO VOGLIO PRESENTARVI QUESTO FAVOLOSO INDUTTORE BELGA CON IL QUALE SI OTTIENE DELL'ACQUA CHE PRESENTA TUTTE LE CARATTERISTICHE E TUTTE LE PROPRIETA' DELL'ACQUA BENEDETTA,COME SE FOSSE TRATTATA CON UN RITUALE DI PRETE O COMUNQUE DI DIRETTIVE DELLA CHIESA CATTOLICA.REALIZZARE QUESTO INDUTTORE E' STATA UNA VERA E PROPRIA SFIDA MA L'ACQUA BENEDETTA SPECIALMENTE PER UN CREDENTE E' SEMPRE UNA VERA E PROPRIA ARMA DI DIFESA CONTRO IL MALE E UN COADIUVANTE INDISPENSABILE PER LA FEDE.LE MISURAZIONI FATTE IN RADIESTESIA HANNO DIMOSTRATO CHE UTILIZZANDOLO LA FORZA DELL'ACQUA ERA PARI A QUELLA CHE VENIVA RILEVATA DOPO UNA BENEDIZIONE RITUALE.NATURALMENTE QUI NON SI TRATTA DI SOSTITUIRE I SACERDOTI, PER I QUALI ABBIAMO RISPETTO,MA L'ESPERIENZA HA DIMOSTRATO CHE E' DIVENTATO DIFFICILE TROVARE ACQUA CHE SIA STATA BENEDETTA SECONDO I VERI RITUALI DELLA CHIESA,CIOE' QUELLI PIU' ANTICHI.GRAZIE A QUESTO INDUTTORE POTETE AVERE SEMPRE DISPONIBILI A VOLONTA' GRANDI QUANTITA' DI ACQUA BENEDETTA PER LE OPERAZIONI DI MAGIA BIANCA,RADIONICA,PROTEZIONI,BENEDIZIONI ,PURIFICAZIONI,ECC.


USO E TEMPI DI EMISSIONE: ORIENTARE AL NORD. 10 MINUTI DI CARICA DELL'ACQUA(AL CENTRO DEI CERCHI CONCENTRICI) SERVONO A TRASFORMARE L'ACQUA DEL RUBINETTO IN ACQUA BENEDETTA PER IL CONTENUTO DI UN NORMALE BICCHIERE COL FONDO PARI O PIATTO. 60 MINUTI DI CARICA PER UN LITRO DI ACQUA IN CARAFFA DI VETRO TRASPARENTE O IN UNA BOTTIGLIA DI VETRO TRASPARENTE NON COLORATO PRIVATA DI ETICHETTA.

PERIODICAMENTE USO QUEST'ACQUA CON UNO SPRUZZINO PER TUTTA LA CASA E I RISULTATI SONO SEMPRE NOTEVOLI.

BUONE FESTE E BUONE BENEDIZIONI.

link pdf quadrante radionico acqua benedetta

‎Clemente Di Nicolantonio‎  FB SOCIETA' ITALIANA DI RADIONICA







domenica 18 dicembre 2016

Migliorare la vista e sbarazzarsi di occhiali!



Migliorare la vista e sbarazzarsi di occhiali! Migliaia di persone hanno migliorato la loro vista con questo semplice metodo.


Migliorare la vista e sbarazzarsi di occhiali! Sbarazzarsi di occhiali! Quando alcuni dei muscoli sono utilizzati poco per lungo periodo si indeboliscono. Un esempio perfetto è un infortunio alla gamba, con un osso rotto (perone) in cui si suppone di essere ingessati e utilizzare una sedia a rotelle per un po ' di tempo, un modo da consentire la guarigione dell'osso .
Nel frattempo i muscoli non sono attivi e quindi diventano più deboli. Lo stesso succede con i muscoli intorno alle lenti oculari.






Succede quando si indossa gli occhiali come fanno molti e non facendo esercizi per rinforzare i muscoli oculari, occhio, la visione diventa gradualmente più debole. I muscoli oculari hanno bisogno di esercizio come qualsiasi altro muscolo del corpo. Oggi vi do una piccola guida dei esercizi e massaggio per migliorare la muscolatura oculare:
Consigli per Migliorare la vista e sbarazzarsi di occhiali

Durante il periodo che dedicherete a migliorare la visione dovrete prendere alcune linee guida:

1. Evitare di premere occhi duri, si consiglia di chiudere gli occhi per diversi minuti ogni 2-3 ore.

2. Implementare la ginnastica per gli occhi, che contiene 16 esercizi (seguire queste linee con gli occhi (FOTO2)


FOTO 2

3. Sbarazzarsi di occhiali

4. Implementare massaggio ogni giorno in punti specifici: (FOTO 1)

5. Applicare una leggera pressione nel bulbo oculare con la punta del dito indice e medio.

6. Premere il bulbo oculare leggermente in modo che non si sente alcun dolore. Quindi premere questi punti con il dito indice per due volte.

7. Si consiglia di guardare in lontananza quando si cammina fuori.

8. Consumare succo di carota con qualche goccia di olio d'oliva continuamente.

9. Lavare gli occhi con acqua tiepida.

10. Evitare di PC almeno 2 ore prima di coricarsi.

11. Attuare l'esercizio di India "Trataka" per stabilire la visione:
Trataka è una purificazione per gli occhi, è utile per curarne i disturbi.



Questa potente tecnica può essere definita come il fissare lo sguardo in un punto (la parola trataka significa “guardare o fissare”).
Se praticata regolarmente sviluppa il potere di concentrazione ad un grado quasi illimitato.
Da questo deriva il risveglio delle facoltà latenti che sono in tutti noi.
La seguente descrizione di trataka è la più facile ed usuale, sebbene vi siano numerose differenti tecniche.
Tecnica
Sedetevi in una comoda posizione, preferibilmente in una stanza buia.
Mettete una candela accesa all’altezza degli occhi, ad una distanza di 70 cm circa dal viso.
Mantenete la colonna vertebrale eretta, rilassate tutto il corpo e chiudete gli occhi.
Siate consapevoli solo del corpo fisico.
Fate in modo che il corpo diventi fermo come una statua.
Cercate di non muovere il corpo per nessuna ragione ed in nessun modo per tutto l’esercizio.
Quando siete pronti aprite gli occhi e fissate intensamente il punto più luminoso della fiamma, proprio sopra la cima dello stoppino.
Con la pratica dovreste essere in grado di fissare per alcuni minuti la fiamma senza movimento delle pupille o battito delle ciglia.
Continuate a fissare la fiamma con concentrazione totale.
La totalità della vostra coscienza deve divenire centrata sugli occhi fino a perdere la consapevolezza del resto del corpo.
Lo sguardo dovrebbe essere assolutamente fissato su un punto.
Non appena gli occhi diventano stanchi, forse dopo alcuni minuti, o se cominciano a lacrimare, chiudeteli e rilassateli.
Non muovete il corpo ma siate coscienti dell’immagine complementare della fiamma davanti agli occhi chiusi.
Tutti avrete guardato verso il sole o una fonte di luce intensa e visto, chiudendo gli occhi per alcuni minuti, la chiara impressione di quella luce sulla retina dell’occhio.
Allo stesso modo sarà chiaramente visibile l’immagine complementare della fiamma della candela.
Dovreste praticare trataka su questa immagine, mantenendola direttamente di fronte o leggermente più in alto del centro fra le sopracciglia.
Non appena inizia a svanire, aprite nuovamente gli occhi e continuate a concentrarvi sulla fiamma della candela, per poi tornare a concentrarvi sull’immagine interiore visibile ad occhi chiusi.
Durata
Per scopi generali sono sufficienti da 15 a 20 minuti.
Per scopi spirituali o per rettificare difetti degli occhi la durata dovrebbe essere prolungata.
I sofferenti di insonnia e tensione mentale dovrebbero praticare trataka la sera per 15 minuti prima di dormire.
Tempo e sequenza
Il momento migliore per trataka è fra le 4 e le 6 del mattino, dopo asana e pranayama.
Può anche essere praticata in ogni momento.
Lo stomaco dovrebbe essere vuoto in modo che la concentrazione sia più intensa.
Precauzioni
Non vi sono rischi nella forma semplice di trataka sulla fiamma di una candela, ma inizialmente si dovrebbero evitare sforzi eccessivi.
La capacità di mantenere gli occhi aperti senza battere le palpebre sarà gradualmente sviluppata con la pratica.

Benefici
A livello fisico trataka corregge debolezza ed alcuni difetti degli occhi come la miopia.
A livello mentale aumenta la stabilità nervosa, rimuove l’insonnia e rilassa anche la mente più agitata.
Sviluppa concentrazione.
Gli occhi sono la porta di ingresso verso la mente.
Quando gli occhi sono fissi e fermi, anche la mente è fissa e ferma.
Man mano che la concentrazione aumenta, il procedimento del pensiero cessa automaticamente.
Trataka è uno dei metodi più potenti per controllare la tempestosità della mente e delle onde dei pensieri.

Quando gli occhi, iniziando a lacrimare, fermarsi per una pausa. Lo scopo di questo esercizio è di tenere il più possibile prima di iniziare con le lacrime scorrono dagli occhi.

venerdì 16 dicembre 2016

IMPOSTAZIONE COCOON



IMPOSTAZIONE COCOON umana ( frequenza scansione theta 4-8hz ) questa meditazione è destinata a regolare l'uomo bozzolo vibranti a vibrazione, utilizza stato-of-the-art tecnologia audio, per aiutarvi a configurare la vibrazione come corpo e mente (in altre parole il tuo bozzolo vibratorio) sulla salute, l'espansione della vostra coscienza, crescita e sviluppo.
Questa meditazione è un po' insolita, che invece di una frequenza fissa dell'esposizione è mobile (scansione) frequenza nella gamma di 4-8 Hz (banda theta).
Vettore frequenza isocrona pista-432 Hz-frequenza-, che ha un effetto di armonizzazione. Frequenza di 432 Hz è considerata la frequenza di guarigione 
Questa meditazione aiuterà  tutti senza eccezione, in effetti  queste frequenze di vibrazione e in questa gamma è eccezionalmente forte l'impatto positivo sul corpo umano e la mente.
Come meditare?
Assumere una posizione confortevole corpo, Chiudi gli occhi, interrompere il dialogo interno e in pochi minuti sarete in un piacevole stato di rilassamento. La persona media che questo richiederà circa 8 minuti. Prima della meditazione, si consiglia di bere un bicchiere di acqua pura.
Il programma può essere ascoltato tramite cuffie o attraverso il sistema audio. Avrà più impatto durante l'ascolto in cuffia.
Con questa applicazione è possibile lavorare in qualsiasi momento della giornata.
Questo programma non è consigliato a persone affette da epilessia, persone con pacemaker, donne incinte e adolescenti fino ai 16 anni.

giovedì 15 dicembre 2016

IL RIPRISTINO DEL SISTEMA NERVOSO

E QUANDO LA VITA DIVENTA TROPPO TESA ... C'è un rimedio.
Questo programma vi aiuterà a ripristinare il vostro sistema nervoso, specialmente dopo aver avuto delle forti tensioni e stress. Dura 45 minuti; la sua frequenza si abbasserà gradualmente fino a 4,9 Hz, una frequenza di rilassamento profondo che contribuisce al recupero del sistema nervoso. La frequenza portante del programma (197 Hz), agisce positivamente sul cuore, toglie la tensione cardiaca, l'ansia e lo stress dall'area del cuore.,

martedì 13 dicembre 2016

PRATICA: PARLARE CON IL CORPO


















Il nostro organismo non è solo una macchina per spostarsi e per digerire il cibo. Sia tutto l'organismo, sia gli organi possiedono una coscienza. Il corpo comunica continuamente con la mente, e lo fa tramite gli accenni, suggerimenti, segnali. Molti guaritori consigliano di parlare con gli organi interni per indurli a lavorare meglio.
La pratica è molto semplice.

1. Mettiti comodo in un posto tranquillo, senza incrociare le gambe o stringere i pungi. Rilassati, respira profondamente. Ascolta il tuo organismo, e fagli delle domande, con amore e premura:
- Caro organismo, che cosa ti fa male?
- Che cosa ti manca?
- Che cosa vorresti?


2. Chiedi alla malattia (parlando con un organo malato):
- Perché sei con me?
- Quale informazione vorresti farmi conoscere?
- Che cosa devo fare affinché tu te ne vada?

3. Chiedi all'organismo di farti vedere:
- Dov'è localizzata la malattia?
- Come si presenta?
- Che colore ha? Forma? Struttura? Temperatura?
Disegna l'immagine del dolore (della malattia).

4. Esamina lo stato della malattia:
- Come ti senti n questo stato?
- Che cosa ti dà? Il sostegno e la compassione dei tuoi cari?
- Dillo onestamente, vorresti che questo stato ti lasci?
- Forse sei tu che stai trattenendo la malattia?

5. Formula ciò che hai saputo, scrivi il messaggio della malattia.
6. Inizia a cambiare la tua vita a secondo del messaggio del sintomo: quando cambia la vita e il modo di pensare, in molti casi anche la malattia arretra...

Puoi anche parlare con il tuo corpo, prima di alzarti al mattino. Concentra l'attenzione su tutto il corpo, senza dimenticare degli organi interni, e dì a ogni sua parte: "Ti amo, ti ringrazio per tutto ciò che fai per me!"

Aum News

Advanced Mind Institute

lunedì 12 dicembre 2016

Cromopuntura emozionale P9 P10







































Indicazioni riequilibrio energetico in caso di: senso di solitudine , debolezza ,  non sentirsi amati, senso di vuoto e mancanza, dipendenze di qualsiasi tipo

Colore : turchese chiaro, turchese

Tempo di irradiazione: 1 minuto punto P9  P10 1 minuto punto su entrambe le mani.

domenica 11 dicembre 2016

L'ABITUDINE DI CAMMINARE GOBBI E L'INFELICITA'

Gli psicologi anno scoperto che coloro che camminano con la schiena dritta, in generale, sono più felici delle persone dalla schiena curva. Lo sospettavamo da tempo, e lo dice anche la saggezza popolare.
Il linguaggio del corpo non solo riflette le nostre emozioni, ma le forma anche. Secondo gli psicologi dell'università di Harvard, falsificando i segnali del nostro corpo noi avremo dei cambiamenti interiori.
In parole povere, se una persona infelice si sforzerà di camminare con la schiena dritta, dopo un certo periodo sarà anche più felice.


Esistono anche le altre pose "forti": in un esperimento dei volontari stavano dritti per due minuti, con le mani sulle anche. Dopo due minuti saliva il livello del testosterone e scendeva il livello del cortisolo: le persone si sentivano più sicure di se.

Si consiglia di evitare nel linguaggio comune le parole "ansia", "angoscia", "paura" e di camminare per la strada con i passi larghi e veloci. E se non vi importa di cosa ne penseranno i passanti, tenete tra i denti una matita per rilassare i muscoli del viso; presto inizierete a sorridere davvero, non artificialmente.

Uno studio del 1996 rivelò che le persone programmate per la vecchiaia (i partecipanti rispondevano alle domande di un test con le parole associate alla vecchiaia) escono dalla stanza gobbe e camminano più lentamente del solito!
L'abitudine di camminare piano è un ottimo strumento terapeutico per i pazienti che soffrono di depressione.

advanced Mind Institute Italia

I reni sede della nostra energia vitale

I reni sede della nostra energia vitale, secondo la Medicina Tradizionale Cinese

I reni, secondo la Medicina Tradizionale Cinese, sono collegati al movimento Acqua, la Radice della Vita.

Quella dell’Acqua è una energia molto profonda: costituisce l’inizio e la fine di ogni processo nell’essere umano. È l’energia che viene fornita all’atto del concepimento.

Qui accumuliamo la nostra forza vitale. Nei Reni è conservato il Jing, l’essenza, del Cielo Anteriore (cioè quello ereditato, che determina la nostra costituzione di base) e del Cielo Posteriore (l’essenza estratta dal cibo).

Il Jing del Cielo Anteriore è come se fosse una batteria che ci viene donata all’atto della nascita. La durata della nostra vita e la buona salute dipendono dalle sue caratteristiche. Con gli anni e con le nostre scelte di vita e alimentari determiniamo il suo consumo lento o rapido: ecco che in base alle nostre azioni possono mantenerne il contenuto il più a lungo possibile.
Questa batteria non la possiamo ricaricare. Possiamo però cercare di dissipare la sua energia il meno possibile. In che modo? Attingendo ad una fonte di energia alternativa: quella del Cielo Posteriore (o Acquisito), ovvero il cibo, che deve essere sano, naturale e bilanciato. E’ importante anche che questo cibo non sia eccessivo (mangiare troppo danneggia i Reni) e che non sia carente (se siamo in carenza di Qi Acquisito, andremo ad attingere da quello ereditato, riducendolo).

I Reni si aprono nelle orecchie

“I Reni si aprono nelle orecchie. Se i Reni sono in salute, le orecchie possono udire i cinque suoni“, leggiamo nel Ling Shu Jing. Le orecchie, infatti, per il loro corretto funzionamento, hanno bisogno di essere nutrite dal Jing conservato nei Reni. Se i Reni sono deboli, ci potrebbero essere problemi di udito, acufeni.

I Reni si manifestano nei capelli

“Se i Reni sono forti, i denti sono saldi e i capelli crescono bene. Se l’energia dei Reni declina, i capelli cadono e si cominciano a perdere di denti (*)” (Su Wen). Questo lo sapevano bene nei tempi antichi, quando la forza di una persona era correlata alla sua chioma: basti pensare a Sansone, la cui forza si concentrava nella capigliatura. Dunque, se la nostra energia è forte, i capelli saranno lucenti, sani, forti. Se diventano opachi e cominciano a cadere, stiamo dissipando le nostre energie.

I Reni sono associati alle ossa


I Reni generano il Qi che crea il midollo, che a sua volta nutre le ossa.

Se vi è un deficit di Qi, il midollo scarseggia e le ossa non saranno più correttamente nutrite. Se vogliamo ossa forti e vogliamo evitare (soprattutto per le donne) problemi di osteoporosi dovremmo cercare di non danneggiare i nostri Reni e fornir loro il giusto nutrimento.

I Reni alloggiano la Volontà e il nostro Io

La Medicina Tradizionale Cinese è realmente psicosomatica. Un organo ha una valenza fisica, ma anche energetica, psichica. Nel caso dei Reni, lo psichismo associato è la Volontà (Zhi). Se i nostri Reni sono forti, la nostra forza di volontà sarà forte. Mancanza di forza di volontà, abulia, apatia, sono riconducibili ad una debolezza dei Reni.

Io voglio, dunque Sono. Nell’Acqua c’è l’Io. Nelle sue acque profonde troviamo l’inconscio. Se siamo in equilibrio, il nostro Io sarà ben strutturato, saremo sicuri. Diversamente, saremo pervasi da insicurezza e paure, anche immotivate. Gli attacchi di panico sono squilibri di Acqua.

L’odore, il colore, il sapore

L’odore associato ai Reni è il putrido (odore di acqua stagnante). Questo lo possiamo riscontrare nelle persone anziane: indica un deficit di Reni.

Il colore è il nero (scuro) che richiama la notte, il buio, la profondità. Una persona con squilibri di acqua si veste prevalentemente di nero.
Nella Diagnosi Orientale, questo colore lo possiamo osservare nell’area dei Reni (zona sotto gli occhi) che può diventare di colore scuro: questo ci parla di una sofferenza di quest’organo, e si riscontra quando siamo stanchi, stressati, quando abbiamo abusato delle nostre energie: abbiamo attinto al nostro jing, alla nostre riserve energetiche, dissipandole.
Anche il colorito assume un colorito grigio scuro se vi è una problematica ai Reni.

Il sapore è il salato. Questo sapore, se assunto in quantità moderate, sarà di nutrimento per i Reni. Tonificante per i reni potrebbe essere, ad esempio assumere acqua calda salata. Diversamente, se in eccesso, il sapore salato danneggia i Reni (e, di conseguenza, anche il Cuore).

La sua stagione è l’inverno

Nel macrocosmo, la stagione corrispondente è l’inverno: nella natura tutto si interiorizza, tutto viene ridotto all’essenziale.

Le piante si spogliano (le foglie son cadute in autunno) e sembrano morte, ma in realtà la linfa si è accumulata all’interno per accumulare energia e liberarla successivamente. Come il sonno ci serve per ricaricarci, è l’inverno il periodo in cui sarà necessario tesaurizzare le nostre energie.

Ciò che danneggia i Reni

I Reni sono in salute se l’Acqua può fluire. Il freddo in eccesso può congelare l’acqua, creando stagnazione. Dal punto di vista degli alimenti, ci raffreddano gli alimenti (o bevande) freddi, il cibo crudo (in particolare la frutta).

Ciò che danneggia i Reni sono, inoltre, il sapore troppo dolce (zucchero, fruttosio, ecc), l’eccesso di proteine. Sono entrambi molto Yin, quindi raffreddanti.

Anche mangiare troppo danneggia i nostri Reni.

Può essere utile anche considerare la correlazione di questo organo, secondo la Medicina Tradizionale Cinese, con altri organi, secondo il Ciclo di Dominazione e di Nutrimento.

I Reni sono nutriti dall’energia legata al Polmone. Se mangiamo cibi che intasano i Polmoni, non riusciremo a nutrire correttamente l’energia dei Reni.
Inoltre, consideriamo che i reni, insieme a intestino, polmone e pelle, ci aiutano ad eliminare gli eccessi: nel nostro organismo, si comportano come dei filtri.

Poniamo dunque particolare attenzione ai cibi raffinati e grassi (specie quelli saturi), che possono creare muco in eccesso, intasare i polmoni, congestionare il nostro intestino.

Anche il glutine potrebbe contribuire ad aumentare il muco, in particolare se non è da grani antichi (attenzione alle farine cotte al forno).

Da non sottovalutare è il rapporto Reni-Milza. Secondo la Medicina Tradizionale Cinese, l’energia correlata alla Milza domina, controlla quella legata ai Reni. Se la nostra milza è in stato di squilibrio, potrà rischiare di alterare questo equilibrio, generando anche situazioni di debolezza, fino agli attacchi di panico (condizione abbastanza diffusa al giorno d’oggi, in particolare tra le donne). Ciò che manda in squilibrio la Milza sono i cibi molto dolci (zucchero, fruttosio, miele, sciroppo di agave), formaggi, cibi secchi e duri.

Nutriamo i nostri Reni. Rafforziamo il nostro io, la nostra volontà.


L’inverno è la stagione in cui è necessario aver particolare cura dei nostri reni, che temono il freddo. In questo periodo cercheremo di evitare, più che in altri periodi dell’anno, cibi tropicali o semi tropicali, cibi freddi. Attenzione anche al crudo (anch’esso raffreddante): non esageriamo e bilanciamolo sempre.

Aiutiamoci con radici e verdure invernali, condimenti fermentati quali miso o tamari, sale di buona qualità (sale marino integrale, da utilizzare con parsimonia), alghe (in particolare le kombu), doppie cotture o cotture lunghe quali gli stufati (nishime).


Nutriamo i nostri reni attraverso i semi (cereali integrali in chicco, legumi – in partiolcare i fagioli), tesaurizziamo le nostre energie.

E la nostra primavera sarà splendente!

Silvia Petruzzelli

sabato 10 dicembre 2016

MELATONINA

L'unica Melatonina prodotta su indicazioni specifiche e sotto il controllo scientifico del Dr. Pierpaoli.
L'assunzione di Melatonina Zinco-Selenio svolge azione dominante per la riattivazione e il ristabilimento del picco melatonico notturno a livelli giovanili, con il risultato di normalizzare tutte le funzioni immunologiche, metaboliche ed endocrine. È necessaria nella sincronizzazione dei cicli fisiologici dell'organismo e puòrisultare utile per favorire un corretto ritmo sonno-veglia.
  • Condizioni di affaticamento e stress
  • Situazioni fisiologiche carenti
  • Problemi dei ritmi sonno-veglia
  • Problemi da jet-lag
  • Necessità di riequilibrare le funzioni ormonali, metaboliche ed immunitarie
  • Mantenimento e protezione delle funzioni della ghiandola pineale
  • Mantenimento delle condizioni metaboliche giovanili
  • Sincronizzazione dei cicli fisiologici dell'organismo
MELATONINA ZINCO-SELENIO: IL PICCO DI MELATONINA GIOVANILE E LA GHIANDOLA PINEALE
La Melatonina Zinco-Selenio Pierpaoli prende spunto da osservazioni scientifiche emerse e maturate durante 35 anni di ricerche e studi clinici effettuati dal Dr. Pierpaoli ed è stata sviluppata con una mirata selezione e combinazione di PRINCIPI ATTIVI ed ECCIPIENTI allo scopo di riprodurre nell'organismo quel tipo di picco notturno della Melatonina prodotta dalla Ghiandola Pineale tra la 1 e le 3 del mattino, che imiti perfettamente il picco notturno fisiologico tipico dell'età giovanile.
Non tutte le formulazioni sono adatte a creare un picco notturno giovanile all'ora giusta: un rilascio rapido o uno ritardato altererebbe il picco notturno e sconvolgerebbe i ritmi ormonali controllati dalla Ghiandola Pineale.
Il Dr. Pierpaoli ha osservato che il picco giovanile notturno così indotto mantiene i ritmi biologici che controllano ormoni e immunità, e quindi la sincronizzazione circadiana (ciclicità fisiologica) dell'intero sistema ormonale (o neuroendocrino) che regola strettamente le funzioni metaboliche ed immunologiche naturali.
Il Dr. Pierpaoli e collaboratori hanno infatti scoperto, che la re-sincronizzazione della ciclicità ormonale (neuroendocrina) diretta dalla Ghiandola Pineale e il suo mantenimento e protezione mediante somministrazione notturna di Melatonina , iniziando ad una età ancora giovanile (dai 30 ai 35 anni), aiuta a mantenere le condizioni giovanili.
Le scoperte emerse da 35 anni di ricerca – sfociate nella rivelazione dell'innegabile esistenza di un orologio programmato dell'invecchiamento (Aging Clock) situato nel complesso della Ghiandola Pineale– sono proseguite incessantemente allo scopo di incrementare ulteriormente l'attività antinvecchiamento della Melatonina circadiana notturna.
Si è indagato sui meccanismi e anche sulle molecole che presumibilmente cooperano e sinergizzano con la Melatonina nella regolazione e risincronizzazione delle funzioni ormonali, metaboliche e immunitarie alteratesi nel corso dell'invecchiamento.
MELATONINA ZINCO-SELENIO: OROLOGIO BIOLOGICO E LA GHIANDOLA PINEALE
La Ghiandola Pineale (o Epifisi) fa parte essenziale del sistema ormonale e regola la produzione ciclica di tutti gli ormoni: i cicli e ritmi ormonali del giorno e della notte sono sotto stretto controllo degli impulsi della Ghiandola Pineale, che integra e rispedisce i messaggi alle ghiandole endocrine. Poiché la Ghiandola Pineale produce Melatonina solo di notte, somministrando di sera al corpo la Melatonina Zinco-Selenio, che produce il corretto picco melatonico notturno, si mette a riposo la Ghiandola Pineale che non deve produrre la Melatonina con un processo di sintesi molto complesso.
In tal modo si aiuta la Ghiandola Pineale a rigenerarsi ed a mantenersi in condizioni giovanili e quindi produrre molecole che regolano l'intero sistema ormonale (detto anche neuroendocrino), con il risultato di normalizzare tutte le funzioni immunologiche, metaboliche ed endocrine.
Di conseguenza la Melatonina Zinco-Selenio fa recuperare alla persona quel messaggio giovanile che è essenziale per mantenere la Ghiandola Pineale allo stato in cui si trovava quando si era giovani, vale a dire tra i 15 ed i 20 anni.
Si tratta quindi di invertire questo andamento in modo da mantenere costante il picco notturno della Melatonina tipico della giovinezza.

Modo d'uso
Una compressa di Melatonina Zinco-Selenio Dr.Pierpaoli va presa la sera mezz'ora prima di andare a letto.
Dosaggio: Perché basta 1 solo milligrammo?
La Melatonina non ha affatto una valenza quantitativa farmacologia, come dimostrato in centinaia di pubblicazioni scientifiche, ma serve solo a "mettere a riposo" la ghiandola pineale.
L'effetto (dose-dipendente) di tipo "fisiologico" della somministrazione della Melatonina si ottiene all'interno dell'intervallo dei valori fisiologici della Melatonina endogena plasmatica (50-200 pg/ml) con dosi pari, in un giovane adulto sano, a 0,1-0,3 mg. È stato provato che già le dosi nell'ordine di 0,3 - 0,5 mg sono efficaci e riescono ad imitare perfettamente il picco notturno giovanile. Somministrando nell'uomo adulto dosi di Melatonina di 0,3 mg si determinano livelli ematici vicini a quelli fisiologici. Il dosaggio di 0,3 mg di Melatonina è infatti sufficiente per innalzare il livello di Melatonina nel sangue oltre i 120 picogrammi per millilitro, un livello che corrisponde al picco melatonico notturno giovanile.
Va comunque considerato che i bisogni individuali possono variare a seconda delle differenze nel metabolismo. Proprio a causa del differente assorbimento intestinale di ognuno, il Prof. Pierpaoli consigliava prudenzialmente l'assunzione da 1 a 3 mg.
Il rischio di sovradosaggio è inesistente. La Melatonina è idrosolubile e la quantità in eccesso viene eliminata dai reni nelle urine. Durante uno studio clinico fu somministrato ad alcune donne un dosaggio giornaliero si 6 grammi (ovvero 6000 volte superiore a quello raccomandato!) per un lungo periodo di tempo senza la comparsa di alcun effetto collaterale.
Di fatto come abbiamo detto, un dosaggio di 0,3 - 1,0 mg nelle compresse di Melatonina Zinco-Selenio è normalmente sufficiente per il ristabilimento del picco melatonico notturno a livelli giovanili e per saturare l'organismo durante la notte.
Melatonina Zinco - Selenio
Melatonina elisir di giovinezza e benessere
Voto medio su 65 recensioni: Da non perdere

martedì 6 dicembre 2016

GAMMA ENERGY BOOSTER





La sessione inizia a15 Hz e gradualmente sale fino a 40 Hz, che mantiene per  19 minuti  fino alla fine della sessione

musica di background brani: ambient, suoni della foresta, la chitarra, non colonna sonora (solo i toni), ibrido ed elettroniche

Questa sessione utilizza trascinamento onde cerebrali con Isochronic Toni per aumentare i livelli di energia e la motivazione. Usalo per elevare rapidamente le onde cerebrali in un alto stato Gamma. Questo vi aiuterà a entrare in uno stato altamente eccitato, attento e motivato della mente.

Cuffie?

Le cuffie non sono obbligatori per questa particolare sessione, fino a quando si può sentire chiaramente i toni Isochronic dietro la traccia musicale. Ma, se è possibile utilizzare le cuffie,
l'esperienza con le cuffie é molto più' intensa ed efficace

NOTA: Non è consigliabile ascoltare questo durante la guida, uso di macchinari, o sotto l'influenza di droghe o alcol.

Chi non dovrebbe ascoltare questa audio?

Coloro che non dovrebbe ascoltare il video / audio includono: coloro che sono inclini a o hanno avuto convulsioni, epilessia, gravidanza o indossare un pacemaker non dovrebbe ascoltare questo video / audio.

PERCHÉ? Non ci sono attualmente dati di ricerca insufficienti in questo settore, così come precauzione, se siete tra le categorie sopra elencate, vi consiglio di consultare un medico o un professionista medico prima di ascoltare questo video / audio.

® Copyright MindAmend.com

giovedì 1 dicembre 2016

PUNTI INSONNIA




LOCALIZZAZIONE
Il punto 1 si trova fra le due sopracciglia. I punti 2 e 3 fra la linea verticale che passa per il margine interno dell’occhio e la linea me- diana anteriore..

TRATTAMENTO
Irradiare i tre punti, per 30 secondi ognuno, con il colore viola.



Cromopuntura. Le frequenze dell'anima
Riflessioni sulla terapia con il colore secondo Peter Mandel
Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere
€ 15

IL GRANDE INGANNO SULLA PROSTATA

I retroscena di come il PSA sia stato trasformato
in un disastro della sanità pubblica, che sta danneggiando milioni di uomini

Un libro che vuole fare riflettere su quanto spesso fare tanti, troppi esami per qualunque cosa spesso sia più controproducente che realmente utile.

Ogni anno centinaia di migliaia di uomini si sottopongono a dolorose biopsie per il cancro della prostata e moltissimi subiscono prostatectomie radicali, che spesso danno luogo a conseguenze devastanti come incontinenza, impotenza e trauma psicologico.

Ma il fatto sconcertante è che la maggior parte di questi uomini non sarebbe mai morta per una forma tanto comune di cancro, che spesso cresce così lentamente da non fare danno. Come siamo arrivati a un tale eccesso di esami clinici e di interventi chirurgici inutili?

Questa è la storia scioccante di come l’uso improprio di un test per il cancro della prostata abbia rovinato sistematicamente la vita di milioni di uomini, derubando il sistema sanitario di risorse preziose, scritta dallo scienziato padre della scoperta che ha portato allo sviluppo del test.

Per la prima volta, medici e vittime denunciano i danni causati dal test e chiedono che si individui un marcatore davvero specifico per i cancri aggressivi.

Il grande inganno sulla prostata pone domande provocatorie sulla natura del sistema sanitario e sulle terribili conseguenze umane che derivano dalla manipolazione della scienza per vantaggi personali ed economici.


Biografia degli autori

Richard J. Ablin è professore di Immunopatologia presso la facoltà di Medicina della University of Arizona. Pioniere nella ricerca sul cancro della prostata e nell’immunoterapia, ha scoperto il PSA nel 1970 e per decenni ha lottato contro l’uso improprio della sua scoperta come screening per il cancro della prostata.

Ronald Piana è uno scrittore scientifico specializzato in oncologia. Ha pubblicato oltre 250 articoli per diverse riviste scientifiche.


Il Grande Inganno sulla Prostata
Perché lo screening con il PSA può avere gravi conseguenze per milioni di uomini
€ 24

mercoledì 30 novembre 2016

l’azione terapeutica del colore.



La malattia non ha un valore in sé ma è il simbolo di qualcos’altro; l’obiettivo del terapeuta sarà quello di comprendere il valore e il significato che si nasconde dietro questo simbolo, cercare di svelarlo, rivelarne la vera natura affinché l’uomo comprendendolo possa trarne aiuto.

Prendiamo l’esempio dell’organo fegato: tutti sappiamo come oltre alla sua azione fisica, il fegato rappresenti anche l’organo che esprime la rabbia; è frequente nel linguaggio comune utilizzare espressioni come: «Ho un fegato quanto una casa» o «Ho avuto un travaso di bile».

Una problematica epatica quindi è il simbolo del fatto che si vive un momento o una situazione in cui non si è riusciti a gestire la nostra collera. La patologia epatica quindi viene a dirci: «Confrontati con la collera, comprendi che gestire la situazione che ti si presenta attraverso una costante arrabbiatura non è utile per risolverla, ma anzi ti farà ammalare».

Essa servirà ad affrontare quindi lo stress del momento da un punto di vista diverso, ci servirà a relativizzare la sua portata in quanto comprenderemo che gestire questa situazione con rabbia lungi dall’aiutarci ci farà invece ammalare. Se abbiamo per esempio un vicino di casa rumoroso, conti- nuare a lamentarci, arrabbiarci, o peggio andare alla guerra con lui, non lo renderà meno rumoroso, ma porterà soltanto, fra le altre cose, a disturbi epatici. La malattia ha solo a che fare con il modo in cui affrontiamo i nostri conflitti, l’incapacità di gestire la collera, il rancore, la tristezza, la paura, gli attaccamenti alle cose, alle persone, la difficoltà con la quale riusciamo a rielaborare i lutti, i traumi, le perdite.

Se comprendo che questi derivano dal vicino e dalla mia guerra con lui capirò al tempo stesso come non valga assolutamente la pena di ammalarsi per un problema del genere: imparerò a lasciar correre e ad accettare la situazione, o meglio magari troverò la forza per affrontarla con il mio vi- cino, in una maniera non conflittuale, cercando di esporgli in maniera adeguata e gentile le mie motivazioni e innescando magari risposte e comportamenti analoghi.

Se viviamo una condizione di difficoltà lavorativa, imputare tutta la colpa alla crisi che ci circonda non contribuirà certo a risolverla, ma piuttosto ci toglierà risorse energetiche e fisiche importanti per fronteggiare le nostre difficoltà e magari superarle. Questo nuovo atteggiamento è quindi l’u- nico in grado di portare benessere al nostro corpo e di ristabilire lo stato di salute; il colore svolge un ruolo straordinario nell’aiutarci a comprendere il significato delle malattie e a mutare atteggiamento. La comprensione grazie al colore

I colori parlano il linguaggio dell’anima, l’unico che può essere realmente compreso nell’individuo perché arriva direttamente al suo inconscio, lì dove sono registrati i suoi aspetti più profondi. Essi consentono all’uomo di vedere chiaro qualcosa che ha già dentro di sé in forma non razio- nale e inconscia. E il linguaggio dell’anima è sempre un linguaggio ricchissimo di parole-significati-sfumature, molto più espressivo del linguaggio verbale e in grado di comunicare infinitamente di più delle semplici parole.

Per comprendere quindi perché un organo si è ammalato dobbiamo comprendere l’informazione che lo ha reso tale.

La comprensione del retroscena psichico spirituale di una malattia organica diventa quindi il primo passo all’interno di un percorso evolutivo e di salute. Esso di per sé, però, il più delle volte non basta ad attivare processi di guarigione: la semplice presa di coscienza, pur essendo particolarmente importante, finisce il più delle volte con il non essere sufficiente a determinare il benessere dell’individuo. Ecco allora che entra in gioco la cromopuntura che, essendo luce, è informazione pura, in grado cioè di interagire e regolare l’informazione alterata a monte del danno organico, di veicolare una nuova informazione di salute e di conseguenza di contribuire all’alleviamento del sintomo organico stesso.

Grazie alla sua azione il paziente è in grado di rielaborare il conflitto psico-spirituale che è a monte della sua patologia, una rielaborazione che avviene a livello del suo inconscio, lì dove quel conflitto è registrato.

È come se la presa di coscienza di quel conflitto avvenisse in maniera non verbale, ma attraverso l’azione terapeutica del colore. ( Vincenzo Primitivo)


Cromopuntura. Le frequenze dell'anima
Riflessioni sulla terapia con il colore secondo Peter Mandel
Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere
€ 15

martedì 29 novembre 2016

Le Tecniche Mentali di Grigorij Grabovoj

“Dobbiamo imparare a pensare come Dio, il creatore: tradurre il sapere dell’anima in una forma logica e utilizzarla consapevolmente”.
-Grigorij Grabovoj


Ogni sistema vivente e ogni oggetto che ci circonda è in perenne movimento e possiede una vibrazione di base che lo contraddistingue.

Questa vibrazione può essere decodificata e trasformata in una categoria logica, come per esempio un numero o una forma geometrica conosciuta, dalla quale si possono ricavare informazioni sulla sua essenza (materia, consapevolezza, ambiente).

Partendo da questi presupposti, Grigorij Grabovoj ha elaborato diverse tecniche innovative sul pilotaggio della realtà e lo sviluppo armonico, capaci di riportare ordine, armonia e salute nel quotidiano.

"Si può raggiungere uno stato ovvero il livello di controllo in cui non ci ammaliamo più. Entriamo in un'aera in cui riceviamo una conoscenza accurata e l'assenza di malattie. Sincronizzandoci con l'azione di Dio riceviamo quel controllo che diventa la Norma che governa la nostra vita. Si tratta di una relazione stretta con Dio. Dio dona solo la macro-salvezza. Non appena accediamo a questo livello di controllo riceviamo la Norma in ogni caso possibile, dato che l'azione di Dio è presente ovunque e si tratta di un'azione universale perchè Dio agisce nell'area del suo corpo fisico e in maniera macro-creativa. Se seguiamo il percorso del segnale verso un punto specifico possiamo ricevere la norma di Dio in quel punto esatto. Quando agiamo in questo modo possiamo passare informazioni a tutti, indistintamente. Quando cerchiamo di trasmetter informazioni a tutti la nostra anima diventa limpida e luminosa. Si crea un preciso livello di pace attorno a noi tale che la luce si materializza per tutti immediatamente. Non abbiamo bisogno di trasformare la struttura di controllo in un livello logico o di creare nuove tecnologie. L'importante è mostrare lo splendore della nostra anima che si illumina con la conoscenza della vita universale, la vita eterna in generale e la salvezza universale."



Le Tecniche Mentali di Grigorij Grabovoj
Pilotaggio della realtà e sviluppo armonico - Il libretto contiene una selezione di sequenze numeriche per rigenerare e guarire il tuo corpo
Voto medio su 21 recensioni: Sufficiente
€ 23.5

domenica 27 novembre 2016

GINNASTICA ENERGETICA

... Questa ginnastica apre i canali per ricevere delle energie pulite. Secondo alcuni siti russi, chi la fa ringiovanisce, migliora tutti gli indici della salute e, inoltre, gli strumenti che diagnosticano l'aura, la "vedono", subito dopo, omogenea e bianco-azzurra.
Io non so se è davvero tutto così, ma è una ginnastica che non richiede grandi sforzi, occupa 5 minuti e la si può fare a letto. O in piedi.
Se non non ve la segnalavo (troppa fatica) :-)

1. Ruotare i piedi (insieme se lo fate a letto, o uno alla volta, se state in piedi), in entrambi i sensi, 4 volte.

2. Ruotare, con le ginocchia piegate, le gambe, 4 volte, in entrambi i sensi.

3. Ruotare le articolazioni dell'anca (una alla volta), 4 volte, in entrambi i sensi.

4. Ruotare il bacino sollevando le natiche , 4 volte, in entrambi i sensi.

5. Muovere le mani (entrambe), avanti e indietro, 4 volte.

6. Muovere i gomiti (entrambi), avanti e indietro, 4 volte.

7. Ruotare (o muovere) entrambe le spalle, 4 volte.

8. Sollevarsi sui gomiti e chinare la testa (avanti-indietro), 4 volte, poi ruotare la testa in senso orario ed antiorario, 4 volte.

9. Muovere gli occhi, 4 volte (in su e in giù), poi ruotarli in senso orario ed antiorario. Sempre 4 volte.

10. Se il letto è sufficientemente duro: appoggiandosi sulle scapole e sui piedi, con le ginocchia piegate, le mani sotto la testa sul cuscino: fare dei movimenti in avanti con le ginocchia (come se volessimo andare avanti). Avviene una torsione della colonna e le vertebre si metterebbero a posto (non subito ma dopo alcuni allenamenti). :-) Direi non no farlo a chi ha problemi con la schiena o le ernie, non si sa mai.

11. Alla fine, sfregare bene le mani e i piedi, le orecchie, i polsi, passiamo le mani sul viso (come per lavarlo), sulla testa e battiamo le mani!
Non è obbligatorio farla al risveglio, si può farla quando ci va, quando ne abbiamo voglia...

Advanced Mind Insitute Italia


Per essere forti e vitali e ricaricare il nostro corpo ci viene in aiuto la ginnastica energetica

Questo libro è dedicato soprattutto a coloro i quali sono interessati a conoscere e comprendere l'uomo nella sua totalità e nella sua essenza.

L'Autore si propone infatti di suggerire una pratica salutistica che possa migliorare il rapporto tra noi e la nostra salute, tra noi e il mondo che ci circonda, tra noi e la nostra vita.

È molto importante conoscere il proprio potenziale energetico anche in vista di una sua positiva utilizzazione per essere sempre più vitali ed efficienti.

Il nostro organismo è immerso in una miriade di campi magnetici presenti nell'atmosfera e nei corpi fisici, sebbene la scienza ufficiale continui ancora ad ignorare o addirittura a negare l'esistenza del campo energetico umano.

La scarsa conoscenza di tale campo energetico influenza negativamente la possibilità di sfruttare nel modo migliore le proprie risorse e le proprie risorse e le proprie potenzialità.

Questo libro cerca anche di porre rimedio a tali carenze. Nella pratica quotidiana, la ginnastica energetica risulta un ottimo metodo per accrescere la forza, il tono muscolare, l'elasticità, la resistenza alla fatica, mediante esercizi che agiscono positivamente sul campo energetico umano; dalla sua pratica costante possono trarre vantaggio persone di tutte le età.

Ginnastica Energetica
Per essere forti e vitali e ricaricare il nostro corpo
€ 14

venerdì 25 novembre 2016

Cosa risolve Blancodent e a cosa si oppone

La filosofia che sta dietro la creazione di Blancodent parte da un concetto di benessere che abbraccia non solo l'igiene dentale ma l'intero organismo. Spesso non si da abbastanza peso al fatto che determinate sostanze vengono ingerite si in piccole quantità, ma vengono ingerite per tutta una vita per cui è inevitabile che lascino qualche traccia o causino qualche scompenso nell'organismo. Essendo completamente naturale Blancodent si oppone all'utilizzo di una serie di prodotti non proprio benefici che vengono utilizzati nella maggior parte dei dentifrici commerciali. ...
SENZA FLUORO.

Numerosi studi parlano del fluoro contenuto nei dentifrici, lo classificano a certi dosaggi come veleno, il fluoro viene assorbito e crea danni soprattutto al sistema nervoso centrale, ci rende infelici, depressi, inattivi ed addomesticabili, alcuni ipotizzano e non so come dargli torto, affinché i bombardamenti mediatici possano avere effetto su di noi.

Il sistema nervoso deve invece rimanere bello sveglio e tonico, perché è da lì che poi partono tutti gli impulsi per tutti gli organi del corpo, ed è quindi fondamentale per proteggere la nostra salute più di ogni altra cosa.

Blancodent va in questa direzione contiene oli essenziali tonificanti per cellule vive, sveglie e frizzanti. Tanto per usare un linguaggio popolare e comprensibile.

SCHIUMOGENI.

Blancodent si oppone all'uso di schiumogeni nei dentifrici. Se notate ad esempio nel bagno schiuma, nel lavare i piatti ecc… vi sarete resi conto che la schiuma gonfia le particelle d’acqua. Basta un bicchiere d'acqua per fare una montagna di schiuma e poi serve moltissima acqua per eliminarla e se non finisse nello scarico in realtà non la si eliminerebbe mai.

Per uso esterno e domestico la schiuma può avere la sua utilità e non fa danni ma per uso interno crea problemi al corpo. Le mucose umide del cavo orale assorbono questi schiumogeni e si gonfiano. Queste mucose sono nel punto più importante del nostro corpo a diretto contatto e nello spazio dove passano le arterie più importanti che portano sangue al cervello, i canali delle vie respiratorie ecc..

Se ci pensate a parte i muscoli esterni e gli strati della pelle con i relativi tessuti grassi, in un diametro di poco più di 10 centimetri, ci sono le vertebre cervicali, il midollo osseo, ghiandole salivari, corde vocali, trachea ecc.. Noi riteniamo che se queste mucose vengono rigonfiate dagli schiumogeni, possono creare seri problemi alla nostra salute. E qui i medici “dell’élite” ci dovrebbero rispondere se queste mucose rigonfiate ed irritate non siano anch’esse responsabili di problemi gravissimi alla salute come gli ictus e altre patologie severe, in aumento nei tempi moderni, e se questo non può essere messo in relazione al fatto che molti anni fa quando non esistevano gli schiumogeni nei dentifrici, queste patologie erano meno frequenti.

Il dentifricio concentrato Blancodent non usa schiumogeni e fa l’esatto contrario tonifica le mucose, le rassoda e le sgonfia.

ADDENSANTI

Se nei dentifrici non ci fossero addensanti chimici, dal tubetto uscirebbe una specie d’acqua densa che non rimarrebbe sullo spazzolino. Per “risolvere questo falso problema” vengono messi gli addensanti che rendono il dentifricio pastoso. Anche qui i medici “dell’élite” dovrebbero rispondere a questa semplice domanda: “Se questi addensanti rendono densa l’acqua del dentifricio, potrebbero rendere densa anche l’acqua delle cellule del cavo orale che viene poi assorbita dal nostro corpo?”

La risposta è assolutamente Si.

Il problema e che a molti di loro non interessa porsi tale domanda. Un altro quesito interessante al quale dovrebbero rispondere potrebbe essere: "Se i fluidi del sangue sono più densi possono procurare problemi circolatori, infarti e altri gravi patologie?" Scorre meglio nelle nostre arterie e nel nostro cuore una sostanza fluida o una sostanza densa? Qui lasciamo la risposta a voi persone di buon senso.

Per concludere questa parte potremmo sintetizzare facendo un paragone con informazioni nutrizionali ormai fortunatamente note, che gli schiumogeni possono essere paragonati a latte latticini e derivati e gli addensanti al glutine e ai cereali. In effetti se si guarda il glutine appare come una sostanza gommosa, difficile da scomporre, densissima e che sicuramente circola con difficoltà, e crea quindi problemi circolatori. Il glutine è pastoso e ci si fabbrica la pasta, gli addensanti del dentifricio fanno la stessa cosa, creano sempre una pasta, la pasta dentifricia. Quando ciò che c’è nel tubetto lo chiamano dentifricio ci ingannano, il suo nome originale corretto era “pasta dentifricia”.

Blancodent in polvere è un dentifricio vero, il tubetto è una pasta.

BLANCODENT ANTIACIDO.

“I fabbricanti dei dentifrici sempre dell’élite” non si preoccupano troppo del fatto che il loro prodotto nel complesso sia antiacido, noi invece ce ne preoccupiamo molto. In primo luogo perché i batteri che causano le carie vivono negli acidi, ma anche perché l’assorbimento dei cibi e di tutto ciò che mettiamo in bocca avviene già attraverso le mucose del cavo orale e poi naturalmente in maggior misura quando vanno nel sistema digestivo quando li ingeriamo. Noi insistiamo molto affinché il nostro prodotto sia antiacido anche perché tutti gli studi dimostrano che ad esempio le cellule tumorali vivono e proliferano in ambienti acidi e che la maggior parte delle infiammazioni e malattie hanno a che fare con l’acidità delle cellule.

Un elemento vitale per la nostra salute è l’ossigeno e qui sottolineiamo che le cellule acide malate vivono senza ossigeno e che invece i prodotti antiacidi migliorano l’ossigenazione. Per tutti questi motivi non è inusuale sentirsi dire da coloro che usano Blancodent che respirano meglio e si sentono più ossigenati.

Prova i prodotti Blancodent iscriviti come cliente

Guadagna con Blancodent iscriviti come incaricato

Per info

http://www.blancodent.net/ivanovagnotti



lunedì 21 novembre 2016

ZONAR

Zonar anestetizza, distende, rilassa
È un simbolo utile per iniziare un trattamento perché prepara la persona a ricevere una guarigione profonda. Zonar anestetizza, induce sonnolenza, favorisce la distensione muscolare, il rilassamento, la calma emotiva, la quiete mentale.

Zonar aiuta a guarire a livello cellulare
Ogni emozione, ogni vissuto, ogni stato d’animo lascia la propria traccia nella materia. A maggior ragione, quando viviamo esperienze forti, queste diventano realmente parte della nostra struttura chimica e si imprimono nelle nostre cellule. A causa di ciò, le nostre cellule contengono la memoria di ogni trauma (o persino le sensazioni e le idee negative che ci portiamo da altre vite). Zonar lavora su tali problematiche nascoste che si sono installate nelle cellule del nostro corpo e aiuta a guarirle. Zonar può essere combinato con il simbolo a distanza di Usui (HSZSN) per inviare una potente energia di guarigione.

Zonar aiuta a guarire le ferite da abusi infantili
Zonar funziona bene nel curare i traumi derivanti da abusi in età infantile o altre situazioni che sono state così traumatiche che la persona non è stata capace di elaborarle a livello conscio e le ha seppellite o immagazzinate lontano dalla mente conscia. Zonar aiuta a lavorare su queste problematiche profonde, a lasciarle andare e a guarirle.

Zonar aiuta a guarire le problematiche legate alle vite passate
Zonar aiuta a guarire le problematiche che ci portiamo da altre vite, inoltre funziona interdimensionalmente, ovvero si ritiene che agisca sulle esperienze avute su altri pianeti o fra le varie vite. Per guarire una problematica che ritieni dipenda da un’altra vita, combina Zonar e il simbolo a distanza di Usui (HSZSN) all’interno di contesto meditativo dirigendo l’energia con l’intento di guarire la causa. FONTE



venerdì 18 novembre 2016

BLANCODENT COPLETAMENTE ANTIACIDO








































Incaricato BLANCODENT Ivano Vagnotti

prova i prodotti Blancodent iscriviti come cliente

Guadagna con Blancodent iscriviti come incaricato

Per info 


UN PRONTO SOCCORSO CASALINGO PER LA PRESSIONE ALTA
















Molte persone conoscono il problema degli sbalzi della pressione. Le cause sono tante: stress, mancanza d riposo, fumo, alcol, eccesso di peso. Per normalizzare la pressione, occorre cambiare l'alimentazione e condurre una vita sana. Anche questo però, non sempre aiuta, e le probabilità di arrivare all'ipertensione, con l'età, crescono. .
I produttori dei farmaci inventano delle pastiglie miracolose (che a volte sono più dannose che utili).


COME ABBASSARE la pressione:

1. PUNTI 1-2. Passa le dita lungo la linea 1-2, senza premere. Toccala leggermente con le punta delle dita. La linea inizia sotto i lobi delle orecchie. Ripeti 10 volte, a destra e a sinistra.

2. PUNTO 3. La linea 3 inizia all'altezza del lobo (a 1 cm) e forma una curva che si dirige verso il naso. Massaggiala leggermente, senza premere, da entrambe le parti del viso (a destra e a sinistra). Cerca di rilassarti e pensa al risultato positivo.

Questo metodo della medicina cinese normalizza la pressione sanguigna in pochi minuti.


Advanced Mind Insitute

domenica 13 novembre 2016

IL FLUORO E' TOSSICO ! (quello che vi mettono nel dentifricio)

Il Fluoro usato per la fluoroprofilassi infantile, contenuto in dentifrici, chewing gum, gocce, pasticche, collutori, acque, bevande e in altri numerosi prodotti é tossico e cancerogeno!

Il fluoruro di sodio è un ingrediente comune dei veleni per topi e scarafaggi, degli anestetici, dei farmaci psichiatrici (Prozac), il Valium, ecc., ipnotici e del gas nervino (Sarin).

Prove scientifiche indipendenti hanno rivelato che il fluoruro causa vari disturbi mentali, oltre poi a ridurre la durata della vita e a danneggiare la struttura ossea.

I danni accertati dall’ingestione del fluoro sono:

Rischi al cervello (NRC National Research Council), 1 ppm, ossia una parte per milione di fluoro può produrre nei bambini deficienze di apprendimento e difficoltà di concentrazione. Ricordiamo che nei dentifrici di uso comune c'è una quantità di circa 1500 ppm.

Rischi per la ghiandola tiroidea: il fluoro agisce come smembratore endocrino, sempre secondo NRC, 0.01 - 0.03 mg di fluoro per Kg al giorno possono ridurre le funzioni della tiroide in soggetti con basso tasso di iodio, questa riduzione può portare ad un calo dell’acutezza mentale, depressione e aumento di peso corporeo.

Rischio per le ossa: il fluoro riduce la resistenza delle ossa ed espone a fratture, per ora non ci sono dati sul quantitativo di fluoro oltre il quale aumentano i rischi per le ossa, l’unico dato disponibile parla di 1.5 ppm.

Rischio di cancro alle ossa: studi su animali ed umani, inclusi gli ultimi studi dell’università di Harvard hanno stabilito con certezza il collegamento tra fluoro e osteosarcoma (cancro delle ossa) in uomini al di sotto di 20 anni. A questo proposito è disponibile una dettagliata relazione redatta dal National Toxicology Program che ha seguito gli adolescenti monitorati, va detto che purtroppo più della meta di questi soggetti sono deceduti dopo alcuni anni dalla diagnosi dell’osteosarcoma.

Rischi per pazienti sofferenti ai reni: pazienti sofferenti di patologie che coinvolgono i reni hanno manifestato un’alta sensibilità alla tossicità del fluoro, questa sensibilità è dovuta all’incapacità di questi soggetti ad eliminare dal corpo il fluoro assunto. Come risultato si ha una elevata presenza di fluoro nelle ossa ed un aggravamento o insorgenza di un disturbo conosciuto col nome di osteodistrofia renale.

Nel 1944 il Journal of American Dental Association scrisse che la fluorazione causa OSTEOPOROSI, GOZZO e malattie alla spina dorsale.

Nel 1990 uno studio confermo' la correlazione tra fratture ossee e fluoro. La Cornell University scopri invece danni ai reni.

Mentre uno studio del 1978 dell' Universita' di Yale scopri che bastava 1ppm di FLUORURO per diminuire resistenza e elasticità delle ossa.

Nel 1987 NCI americana (Istituto dei Tumori) stabiliva relazione tra cancro (osteocarcinoma) e fluoro nell'acqua potabile!

Danneggia la ghiandola pineale: la maggior parte del fluoruro che entra nel corpo non è facilmente eliminata, infatti tende ad accumularsi nelle ossa del corpo e nei denti. Recentemente, è stato scoperto che si accumula ancor più nella ghiandola pineale, situata al centro del cervello. Possiamo considerare la ghiandola pineale (o epifisi) il "congegno" più sofisticato che si trova nel nostro corpo. Si tratta di una ghiandola endocrina dalla forma simile ad una pigna ma poco più grande di un chicco di mais e la sua attività è prevalentemente notturna poiché influenzata dalla luce. Cartesio la definì la "sede dell'anima" nel XVII secolo e da allora gli studi proseguirono nella convinzione che fosse implicata negli equilibri della psiche. Situata al centro del nostro cervello, è collegata allo stesso da sofisticate reti neuronali ed è conosciuta soprattutto perché sovrintende e sostiene una moltitudine di funzioni vitali, tra le quali la regolazione del ritmo circadiano sonno-veglia e dell'orologio biologico (crescita, sviluppo, maturazione sessuale).

Una ghiandola pineale. Il fluoro vi si è depositato sopra a causa del suo accumulo dovuto all'utilizzo di prodotti contenenti Fluoruro di Sodio.


Il fluoruro si accumula nelle ossa e le rende piu' fragili e soggette a fratturarsi perché danneggia gli enzimi, in particolare quelli delle ossa, che contengono il 99% del fluoruro del corpo. Con gli enzimi danneggiati dal fluoruro e incapaci di produrre il collagene necessario a mantenere le ossa forti e in buona salute, esse divengono fragili e deboli.

Il Dott. Durrant-Peatfield ci dice che il fluoro è un veleno che distrugge gli enzimi. Il suo accumulo nella tiroide è causa di squilibri ormonali. E' associato a malattie autoimmuni oltre all'osteoporosi, l'osteosarcoma e perfino un'aumento del cancro alla tiroide.

Il dr. Joel Kaufmann, professore emerito di chimica all’Università delle Scienze di Phiadelphia, parla fuori dalle righe: “I promotori della fluorurizzazione hanno censurato la maggior parte dei media, hanno ignorato importanti discussioni in merito, hanno calunniato molti oppositori della fluorurizzazione, e capovolto giudizi legali contro la fluorizzazione in un modo che dimostra il loro potere politico. Si è poi scoperto che molti studi le cui conclusioni erano a favore della fluorurizzazione non erano supportati dai loro stessi dati.” - J. Am. Phys. Surg.

Fonte
Il fluoro é tossico E cancerogeno
http://laviadiuscita.net

Non é solo il fluoro che é dannoso ma anche molte delle altre sostanze chimiche contenute nei classici tubetti di dentifricio

Ci sono Varie alternative all'uso dei dentifrici di uso comune, una di queste é l'uso della polvere dentifricia BLANCODENT a base di bicarbonato sublimato

La filosofia che sta dietro la creazione di Blancodent parte da un concetto di benessere che abbraccia non solo l'igiene dentale ma l'intero organismo. Spesso non si da abbastanza peso al fatto che determinate sostanze vengono ingerite si in piccole quantità, ma vengono ingerite per tutta una vita per cui è inevitabile che lascino qualche traccia o causino qualche scompenso nell'organismo. Essendo completamente naturale Blancodent si oppone all'utilizzo di una serie di prodotti non proprio benefici che vengono utilizzati nella maggior parte dei dentifrici commerciali. ...

SENZA FLUORO.

Numerosi studi parlano del fluoro contenuto nei dentifrici, lo classificano a certi dosaggi come veleno, il fluoro viene assorbito e crea danni soprattutto al sistema nervoso centrale, ci rende infelici, depressi, inattivi ed addomesticabili, alcuni ipotizzano e non so come dargli torto, affinché i bombardamenti mediatici possano avere effetto su di noi.

Il sistema nervoso deve invece rimanere bello sveglio e tonico, perché è da lì che poi partono tutti gli impulsi per tutti gli organi del corpo, ed è quindi fondamentale per proteggere la nostra salute più di ogni altra cosa.

Blancodent va in questa direzione contiene oli essenziali tonificanti per cellule vive, sveglie e frizzanti. Tanto per usare un linguaggio popolare e comprensibile.

SCHIUMOGENI.

Blancodent si oppone all'uso di schiumogeni nei dentifrici. Se notate ad esempio nel bagno schiuma, nel lavare i piatti ecc… vi sarete resi conto che la schiuma gonfia le particelle d’acqua. Basta un bicchiere d'acqua per fare una montagna di schiuma e poi serve moltissima acqua per eliminarla e se non finisse nello scarico in realtà non la si eliminerebbe mai.

Per uso esterno e domestico la schiuma può avere la sua utilità e non fa danni ma per uso interno crea problemi al corpo. Le mucose umide del cavo orale assorbono questi schiumogeni e si gonfiano. Queste mucose sono nel punto più importante del nostro corpo a diretto contatto e nello spazio dove passano le arterie più importanti che portano sangue al cervello, i canali delle vie respiratorie ecc..

Se ci pensate a parte i muscoli esterni e gli strati della pelle con i relativi tessuti grassi, in un diametro di poco più di 10 centimetri, ci sono le vertebre cervicali, il midollo osseo, ghiandole salivari, corde vocali, trachea ecc.. Noi riteniamo che se queste mucose vengono rigonfiate dagli schiumogeni, possono creare seri problemi alla nostra salute. E qui i medici “dell’élite” ci dovrebbero rispondere se queste mucose rigonfiate ed irritate non siano anch’esse responsabili di problemi gravissimi alla salute come gli ictus e altre patologie severe, in aumento nei tempi moderni, e se questo non può essere messo in relazione al fatto che molti anni fa quando non esistevano gli schiumogeni nei dentifrici, queste patologie erano meno frequenti.

Il dentifricio concentrato Blancodent non usa schiumogeni e fa l’esatto contrario tonifica le mucose, le rassoda e le sgonfia.

ADDENSANTI

Se nei dentifrici non ci fossero addensanti chimici, dal tubetto uscirebbe una specie d’acqua densa che non rimarrebbe sullo spazzolino. Per “risolvere questo falso problema” vengono messi gli addensanti che rendono il dentifricio pastoso. Anche qui i medici “dell’élite” dovrebbero rispondere a questa semplice domanda: “Se questi addensanti rendono densa l’acqua del dentifricio, potrebbero rendere densa anche l’acqua delle cellule del cavo orale che viene poi assorbita dal nostro corpo?”

La risposta è assolutamente Si.

Il problema e che a molti di loro non interessa porsi tale domanda. Un altro quesito interessante al quale dovrebbero rispondere potrebbe essere: "Se i fluidi del sangue sono più densi possono procurare problemi circolatori, infarti e altri gravi patologie?" Scorre meglio nelle nostre arterie e nel nostro cuore una sostanza fluida o una sostanza densa? Qui lasciamo la risposta a voi persone di buon senso.

Per concludere questa parte potremmo sintetizzare facendo un paragone con informazioni nutrizionali ormai fortunatamente note, che gli schiumogeni possono essere paragonati a latte latticini e derivati e gli addensanti al glutine e ai cereali. In effetti se si guarda il glutine appare come una sostanza gommosa, difficile da scomporre, densissima e che sicuramente circola con difficoltà, e crea quindi problemi circolatori. Il glutine è pastoso e ci si fabbrica la pasta, gli addensanti del dentifricio fanno la stessa cosa, creano sempre una pasta, la pasta dentifricia. Quando ciò che c’è nel tubetto lo chiamano dentifricio ci ingannano, il suo nome originale corretto era “pasta dentifricia”.

Blancodent in polvere è un dentifricio vero, il tubetto è una pasta.

BLANCODENT ANTIACIDO.

“I fabbricanti dei dentifrici sempre dell’élite” non si preoccupano troppo del fatto che il loro prodotto nel complesso sia antiacido, noi invece ce ne preoccupiamo molto. In primo luogo perché i batteri che causano le carie vivono negli acidi, ma anche perché l’assorbimento dei cibi e di tutto ciò che mettiamo in bocca avviene già attraverso le mucose del cavo orale e poi naturalmente in maggior misura quando vanno nel sistema digestivo quando li ingeriamo. Noi insistiamo molto affinché il nostro prodotto sia antiacido anche perché tutti gli studi dimostrano che ad esempio le cellule tumorali vivono e proliferano in ambienti acidi e che la maggior parte delle infiammazioni e malattie hanno a che fare con l’acidità delle cellule.

Un elemento vitale per la nostra salute è l’ossigeno e qui sottolineiamo che le cellule acide malate vivono senza ossigeno e che invece i prodotti antiacidi migliorano l’ossigenazione. Per tutti questi motivi non è inusuale sentirsi dire da coloro che usano Blancodent che respirano meglio e si sentono più ossigenati.


Qui sotto un link dove puoi acquistare i prodotti Blancodent oppure diventare incaricato alle vendite
diffondendo cosi' un modo sano per la pulizia di denti e gengive e per la salute di tutto il corpo in generale
http://www.blancodent.net/ivanovagnotti
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...