... Non Solo Cromopuntura

venerdì 31 luglio 2015

RIMOZIONE DELLO STRESS

Descrizione:

Le ricerche sull’influenza dello stress, condotte in Germania, hanno rivelato: ogni seconda persona sulla Terra si trova sotto stress. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, è il problema più grave del nostro secolo. Allo stress sono legati la riduzione della durata della vita, la crescita delle malattie cardio-vascolari ed altri problemi di natura medica.

Siamo abituati a combattere lo stress solamente con i medicinali: le gocce e le pastiglie calmanti di vari tipi si trovano negli armadietti dei medicinali di tutti e si prendono senza alcuna limitazione. Non riflettiamo sul fatto che la loro assunzione non è così innocua come a noi sembra. L’uso dei medicinali non solo non elimina la causa dello stress ma nuoce all’organismo: al fegato e ai reni che eliminano le scorie. Una delle conseguenze dello stress è lo scombussolamento dei normali ritmi del cervello, i cui emisferi iniziano a lavorare in maniera caotica e asincronica.

Nell’emisfero sinistro inizia a dominare l’attività beta: il cervello, a mo’ di un programma antivirus, cerca di “fare la scansione” della situazione per trovare una via d’uscita, ma allo stato della sovreccitazione non ci riesce.
I rimedi chimici (calmanti, alcol) mascherano lo stress senza eliminare le sue cause. La stimolazione neuro acustica del cervello, nel corso della quale si eliminano i focolai d’eccitazione e si sincronizza il funzionamento degli emisferi, si armonizza la coscienza e lo stato generale, è il mezzo più efficace e privo degli effetti collaterali per combattere lo stress.

A parte di essere veloce ed efficace, questo metodo elimina la causa dello stress – lo sbilanciamento e lo stato caotico dei processi che si svolgono nel cervello, rimuovendo l’iperattività di quelle aree che risultano iperattive.
Se vi sentite stressati, provate a non assumere dei calmanti; avete un mezzo più veloce e meno nocivo – il programma “L’antistress”.

Per sviluppare questo programma sono stati usati delle potenti tecnologie del suono che permettono di calmare qualsiasi persona.
Gli emisferi destro e sinistro si stimolano separatamente. Nel corso di questa stimolazione si elimina lo stato d’eccitazione e il cervello ritorna ad uno stato ottimale. Ma c’è di più.

A differenza dei preparati chimici o dell’alcol che danno un temporaneo sollievo, Il programma “Antistress” allena il cervello, insegnandogli a sopportare meglio lo stress; questo programma è capace di aumentare la resistenza allo stress nelle future situazioni stressanti. Qui sta la sua principale differenza.

MOLTO IMPORTANTE: dovete controllare di aver osservato la polarità delle cuffie;
la cuffia destra deve trovarsi sull’orecchio destro e quella sinistra deve trovarsi sull’orecchio sinistro. Prima di iniziare a lavorare, controllate la polarità delle cuffie, è molto importante!
Le particolarta’ del programma
Il programma “Antistress” possiede una serie di particolarità. Rispettando le istruzioni che state leggendo, sentirete un risultato già dopo il primo ascolto.
E’ molto importante non provare la sete durante l’ascolto. Prima di lavorare con il programma si raccomanda di bere un bicchiere d’acqua (l’acqua, e non una bibita qualsiasi).
Per avere il massimo del risultato occorre meditare con questo programma. L’ascolto come sfondo mentre state facendo altre attività ridurrà notevolmente la sua efficacia. Gli occhi durante il lavoro devono essere chiusi e l’ascoltatore deve esser concentrato sul respiro.
Il volume del suono deve essere regolato sui valori MEDI. Una riproduzione eccessivamente forte abbasserà l’efficacia del programma. Prima di iniziare a lavorare, ascoltatene un frammento e regolate il volume, dopo di che potete iniziare.
Non lavorare mai con il programma dopo aver assunto dell’alcol.
Si può ascoltare il programma a qualsiasi ora della giornata. E’ consigliabile farlo non più spesso di 2-4 volte alla settimana. Se lo farete più spesso, il programma non sarà altrettanto efficace.
Verificate di avere un programma originale, scaricato da voi personalmente dal sito dell’Advanced Mind Institute. Non siamo responsabili dei programmi avuti tramite terzi.
Come meditare?

Assumete una posizione comoda, chiudete gli occhi, fermate il dialogo interiore e già dopo alcuni minuti entrerete in un piacevole stato di rilassamento. Una persona media ci impiega circa 8 minuti. Prima di meditare è meglio bere un bicchiere d’acqua. Una dettagliata descrizione della tecnica di meditazione si trova nell’articolo “Come meditare in maniera corretta”.

Il programma si ascolta solo con le cuffie.
Non si consiglia l’ascolto di questo programma ai malati di epilessia, ai portatori di pacemaker, alle donne in stato di gravidanza e ai ragazzi minori di 16 anni.

LINK l'antistress

© Lenny Rossolovski 2014. All rights reserved,
Tutti i diritti riservati
Solo per uso personale

NEUROMASSAGGIO



Descrizione:

Siamo tutti a conoscenza della pratica del massaggio. E 'possibile avere un massaggio dall'interno, non agendo sul corpo ma sul cervello umano? Si scopre che è possibile: utilizzare le frequenze speciali può influenzare il cervello e massaggiare il corpo, utilizzando nient'altro che il suono. Il"NEUROMASSAGGIO" utilizza la tecnologia audio speciale per alleviare la tensione in diverse parti del corpo, normalizza il flusso di energia del corpo, rivela le zone "problematiche" con eccessiva tensione e aiuta a rimuoverle.




il programma aiuta ad identificare le aree del corpo che sono attualmente tesa e sciogliere questo stress. Anche con pochi minuti di ascolto, e sentirete la vibrazione nel corpo, salire e scendere flussi di energia che attraversano la colonna vertebrale.

Si può sentire nel corpo allo stesso tempo decine di piccoli martelli bussare, è perfettamente normale - significa che il tuo corpo ha risposto alla frequenza di risonanza. Con ogni nuovo ascolto tali sensazioni possono verificarsi in diverse parti del corpo - vale a dire se c'è un eccesso di tensione. A differenza di programma di massaggio tradizionale - il corpo è massaggiato attraverso il cervello.


Il programma è consigliato per alleviare la tensione nel corpo, normalizzare il flusso di energia, il riposo dopo l'attività fisica, che sarà utile a chiunque abbia bisogno di riprendere le forze, ad armonizzare lo stato. l'ascolto di questo programma porterà il massimo beneficio nel pomeriggio, l'ascolto di notte non è raccomandato.

Il programma utilizzato il metodo di frequenza di risonanza in cui la frequenza del ritmo isocrono è compensato da pochi hertz per i canali sinistro e destro. In ritmo isocrono fu sovrapposta modulazione di ampiezza, creando così una struttura molto complessa risonanza. I programmi di destra e sinistra della pista sono stati sottoposti ad un trattamento speciale, in cui diverse frequenze sono utilizzati per la canali destro e sinistro, l'effetto di rinforzo della risonanza.


MOLTO IMPORTANTE: Quando si lavora con il programma, assicurarsi che la polarità delle cuffie e rispettato l'auricolare destro indossato sull'orecchio destro e la sinistra - a sinistra. Prima di iniziare a lavorare con il programma si prega di controllare la polarità di cuffie è fondamentale!

Caratteristiche

Il "NEUROMASSAGGIO" ha diverse caratteristiche. Se si rispettano i requisiti stabiliti nel presente scritto, si sentono i risultati dopo il primo ascolto.

E 'fondamentale non avere sete mentre si lavora con il programma. Prima di lavorare con il programma è altamente raccomandato di bere un bicchiere di acqua pura,  piuttosto che qualsiasi altra bevanda.

Per ottenere i migliori risultati con questo programma è necessario lavorare con la meditazione sul respiro. Ascoltalo in background mentre si impegna in qualsiasi attività ridurrà notevolmente la sua efficacia. Mentre si lavora con il programma devono avere per essere sicuri che gli occhi chiusi, e ascoltarla concentrandosi sul respiro.

Ascoltare il programma con un volume non troppo alto

In nessun caso e mai lavorare con il programma in uno stato di intossicazione.

Il programma è consigliato solo in ore diurne.

Il massimo beneficio nel quadro del programma lavorerà con esso in 7 ° e 10 ° ora del giorno planetario. Questi orologi sono evidenziate in giallo sull'orologio planetario calcolatrice, che si trova qui: ora Planetario.

Il programma è consigliato 1 volta al giorno.

Come meditare?

Prendere una posizione del corpo comoda, chiudete gli occhi, fermare il dialogo interno e in pochi minuti si entra in un piacevole stato di rilassamento. Una persona comune, ci vorrebbero circa 8 minuti. Prima della meditazione, è desiderabile bere un bicchiere di acqua pulita. ascoltare il programma rimanendo consapevole nel processo del respiro


da ascoltare solo con cuffie.

Questo programma non è consigliato per ascoltare le persone con epilessia, le persone con pacemaker cardiaci stabilito, le donne in gravidanza e gli adolescenti fino a 16 anni.



Tradotto con google traduttore
By Antar Raja




Link Russo

Advanced Mind Institute

giovedì 30 luglio 2015

La terapia di biorisonanza: come e’ possibile guarire con il suono

Ultimamente si sente spesso pronunciare la parola “biorisonanza”, oppure l’accostamento delle parole: “la terapia con biorisonanza “, “le frequenze di biorisonanza”, e non solo sul sito dell’Istituto di Sviluppo della Coscienza. Lo si sente in generale, nel mondo.

Sono delle belle parole ma non tutti sanno che cos’è e come funziona. Ecco perché vorrei spiegare il fenomeno, e con parole semplici. Certamente, potrei accompagnare le mie spiegazioni con una lista infinita di bibliografia con le ricerche scientifiche, con i grafici, con i test clinici e così via, ma sono convinto che una spiegazione semplice sia ciò che serve; se qualcuno vorrà approfondire, su questo argomento c’è molta letteratura.

Che cos’è la biorisonanza? E’ la capacità di un organismo vivente di reagire all’azione esterna di carattere vibrazionale. In realtà, il fenomeno della risonanza delle strutture fu scoperta dallo scienziato danese Christiaan Huygenz ancora nel 1656; Huygens scoprì che due orologi a pendolo collocati uno accanto all’altro, dopo un po’ si sincronizzano. Qui non c’è nulla di mistico – tutto è vibrazione. Tutto il nostro Universo è una vibrazione. Ogni atomo di cui è fatto il nostro corpo, è vibrazione

La biorisonanza è la capacità dell’organismo vivente di sincronizzarsi con un’azione esterna. Nel nostro caso, con un’azione acustica. Vi faccio un esempio che, a prima vista, non sembra c’entrare molto. Guardiamo un piccolo video. “Bolero”di Ravel danzato dalla grande ballerina Maya Plisetskaya: https://www.youtube.com/watch?v=NRxQ_cbtVTI
Notate come la ballerina si sincronizza con la musica, come diventa tutt’uno con il suono, vibra e si fonde con il suono.
Questa è una vera immagine di biorisonanza: lasciando da parte una grande ballerina e un grande compositore, vediamo il corpo umano entrare in risonanza con un’azione acustica e fondersi con essa; è impossibile separare la danza dalla musica perché formano una cosa sola.

E ora parliamo di ciò che non vediamo. Un’azione acustica coinvolge non solo il corpo, ma anche le cellule dell’organismo, tutto il corpo inizia a vibrare all’unisono con il ritmo e con la melodia. Iniziamo a sentire le vibrazioni riempire il nostro corpo, e questo è un effetto reale, non immaginario.

Se le determinate frequenze e ritmi sono evidenziati, allora l’azione del suono sull’organismo si rafforza di molto. Ogni organo del nostro corpo ha una sua particolare frequenza e un ritmo proprio. Le frequenze e i ritmi di ciascun organo sono ben conosciuti, perciò è possibile creare dei programmi acustici in risonanza con un determinato organo o sistema fisiologico. Prendiamo come l’esempio l’ultimo programma dell’Istituto: “La normalizzazione del sistema immunitario”.
Alla sua base c’è il fenomeno di biorisonanza. Il nostro sistema immunitario funziona nella banda 12-6 Hz, e questo è noto. Il programma usa dei meccanismi acustici per fissare il ritmo proprio in questa banda.
Alla fine l’organismo entra in risonanza con le frequenze date da fuori, e questo non è altro che la biorisonanza. Durante l’ascolto del programma il cervello si concentra sul ritmo esterno, si sintonizza sulla banda di frequenze che corrisponde al normale funzionamento del sistema immunitario, il che toglie lo stress al quale il nostro sistema immunitario è sottoposto. Come risultato, avviene la normalizzazione oppure il ripristino del sistema immunitario.

Ora parliamo delle ricerche del dottor Tomatis, l’autore di un metodo di cura di fama mondiale. Tomatis scoprì che l’orecchio non “sente” soltanto; le oscillazioni che percepisce, stimolano i nervi dell’orecchio interno, dove si trasformano negli impulsi elettrici che poi, per vie diverse, vanno nel cervello. Alcuni di loro vanno nei centri dell’udito e si percepiscono come suoni. Altri creano un potenziale elettrico nel cervelletto che controlla i movimenti complicati e l’equilibrio. Da lì proseguendo, vanno nel sistema limbico che si occupa delle emozioni e del rilascio di alcune sostanze biochimiche, compresi i releasing factors che influenzano tutto il nostro corpo.

Questo permette di affermare che le onde acustiche, attraverso un complicato meccanismo che coinvolge sia il cervello sia il corpo, influenzano non solo gli organi dell’udito, ma tutto l’organismo. La biorisonanza è un fenomeno complicato, che implica molte strutture del corpo, fino alle cellule che lo compongono.

La sincronizzazione del cervello in seguito di un’azione acustica.
Una persona media non ha gli emisferi destro e sinistro sincronizzati, e lo si vede bene dall’ECG a 3D. Si vede che i processi che si svolgono in entrambi gli emisferi sono spesso caotici. Con l’inizio di un’azione acustica esterna, già dopo 8-10 minuti, una persona che neppure esegue pratiche meditative, presenta l’inizio della sincronizzazione del lavoro in entrambi gli emisferi.
Quando gli emisferi iniziano a funzionare ritmicamente (a causa dell’azione acustica esterna), l’efficacia del funzionamento del cervello cresce ed esso diventa in grado di risolvere un compito che sembrava impossibile prima. Questo riguarda non solo lo studio della matematica ma anche i problemi della salute.
Una persona malata presenta sempre, nei 100% dei casi, l’assenza della sincronizzazione degli emisferi cerebrali. Non appena riusciamo a sincronizzare gli emisferi, almeno del 10%, il cervello (il miglior medico al mondo) inizia non solo riconoscere il problema della salute, potrà anche risolverlo.
Tutto ciò è possibile grazie alla biorisonanza – la capacità dell’organismo vivente di entrare in risonanza con un’azione acustica esterna.
Molti ricercatori pensano che il cervello sia capace di guarire autonomamente, senza alcun aiuto esterno, la maggioranza delle malattie, ma solo se i suoi emisferi sono sincronizzati.
Noi all’istituto ci stiamo adoperando in questo senso, cercando di raggiungere sempre maggiore sincronizzazione degli emisferi tramite i programmi neuro acustici. La difficoltà sta nel fatto che non esiste una frequenza o un ritmo universale. Una persona risponde meglio ad un certo ritmo, mentre un'altra persona reagisce ad un ritmo diverso. Ecco perché noi facciamo una moltitudine di programmi: perché ognuno possa trovare qualcosa che sia adatto a lui, un programma con il quale possa entrare facilmente in risonanza. Non è possibile creare un programma acustico universale, vista la diversità delle caratteristiche individuali di ogni persona.

L’abbassamento dei livelli di stress è un altro fenomeno positivo che si ottiene tramite la biorisonanza.
Quando noi siamo sotto stress, domina l’emisfero sinistro con un picco dell’attività beta. Il cervello umano inizia ad assomigliare ad un “antivirus impazzito” che fa la scansione della situazione, ai livelli conscio ed inconscio, allo scopo del ritrovamento della potenziale minaccia. Spesso la minaccia è solo un frutto dell’immaginazione.
Durante un’azione acustica, il ritmo imposto dall’esterno cambia l’attività cerebrale togliendo l’eccesso dell’attività beta, e la persona si calma. Anche questa è biorisonanza; l’importante è trovare un certo ritmo e la frequenza che possa eliminare lo stress e il disturbo ad esso collegato.



Ecco una breve descrizione del fenomeno della biorosonanza.
In conclusione si può dire questo: la terapia di biorisonanza agisce sul corpo tramite il cervello, mentre la terapia allopatica fa il contrario – agisce sul cervello tramite il corpo.
Questa è l’essenza della terapia di biorisonanza - agire sul cervello per guarire il corpo.
http://it.advanced-mind-institute.org/articles/terapia-di-biorisonanza.html

martedì 28 luglio 2015

NEUROACUSTICA La longevità

Descrizione:
Alla base del programma “La longevità” c’è una scoperta fatta dai neurofisiologi italiani, dell’università di Bari: Francesco Casciaro, Vincenza Laterza, Sergio Conte, Maria Pieralice, Antonio Federici, Orlando Todarello, Franco Orsucci и Elio Conte. I risultati della loro ricerca sono stati pubblicati nella rivista “World Journal of Neuroscience” a novembre 2013.

Questa scoperta ha un valore eccezionale.
Gli scienziati provarono che la stimolazione del cervello con i ritmi alfa è in grado di aumentare la variabilità del ritmo cardiaco. Questo termine significa la capacità del sistema cardio-circolatorio umano di adattarsi alle condizioni esterne che cambiamo. Più alta è la variabilità, più si è sani, e più alte sono le aspettative di vita. Questo è un fatto scientifico, più volte confermato dai ricercatori, sia russi che stranieri.
Qualche parola in più sulla variabilità del ritmo cardiaco.

La normale variabilità del ritmo del cuore riflette una collaborazione armonica tra il cuore e il cervello emozionale. Entrambi i rami del sistema nervoso autonomo (simpatico e parasimpatico), essendo in equilibrio, accelerano o rallentano il funzionamento del cuore. Per questo motivo, l’intervallo tra i due successivi battiti del cuore non è mai uguale.

Anzi, non è affatto normale se gli intervalli tra i battiti cardiaci sono sempre uguali. Le ostetriche sanno che un ritmo cardiaco del nascituro molto regolare deve mettere in guardia, perché è l’indice di un grave pericolo per la vita del bambino.
E’ stato anche stabilito che a distanza di qualche mese dalla morte, il cuore di un adulto inizia a battere con una spaventosa regolarità.
Più si è giovani e più è alta la variabilità del ritmo cardiaco; si abbassa con l’età. La perdita della variabilità di questo ritmo è di 3% all’anno. Questo dato significa la perdita della flessibilità dell’organismo e la sua crescente difficoltà di adattarsi ai cambiamenti fisici ed emotivi.

La perdita della variabilità è accompagnata dall’avvento di una rosa delle malattie: l’ipertensione, l’insufficienza cardiaca, le conseguenze del diabete, il cancro ecc. La perdita della normale variabilità (il cuore quasi non reagisce alle emozioni) significa che la morte bussa alla porta.
Gli scienziati italiani avevano scelto 10 persone con la diminuita variabilità del ritmo cardiaco. Ciò significava il crescente rischio delle malattie cardio-circolatorie e le aspettative di vita non più alte. Nel corso dell’esperimento queste persone furono sottoposte all’azione neuroacustica dei ritmi alfa (8-10 Hz). La variabilità del ritmo si misurava sia prima della seduta sia subito dopo.
I risultati erano sorprendenti: già 20 minuti dopo la stimolazione la variabilità del ritmo crebbe del 12-43%, in media del 34%. Questo risultato è incredibile, perché non è possibile aumentare la variabilità del ritmo cardiaco tramite le cure medicamentose. Invece, tramite il suono lo si ottenne senza difficoltà alcuna. In questo modo fu scoperta la causa della maggiore (in media di 5-8 anni) durata della vita delle persone che si dedicano alle pratiche spirituali e meditative rispetto a coloro che non le seguono.

In base a questi studi è stato sviluppato il programma “La longevità”. Anche qui è stata usata la tecnologia neuroacustica della tripla modulazione del suono “3M”, messa a punto all’Istituto. La colonna sonora è sottoposta a tre tipi di modulazione: dell’ampiezza, del volume del suono, più la modulazione spazio - acustica.
A differenza della vetusta tecnologia dei battiti binaurali, questa tecnologia permette di rendere il programma più morbido e più efficace.
L’orecchio umano non è in grado di sentire una modulazione talmente sottile, ma il cervello sì. E reagisce meglio che alle tecnologie più tradizionali.
Il programma comprende tre parti: l’introduzione (8 minuti), la stimolazione attiva con il ritmo 9,5 Hz (20 min) e la fase dell’uscita dallo stato meditativo (2 min).
In questa maniera una persona entra nello stato di calma e di rilassamento, poi riceve la stimolazione con la frequenza 9,5 Hz, e alla fine ritorna allo stato di veglia. Lo scopo principale del programma è quello di compensare la diminuzione della variabilità del ritmo cardiaco legato all’invecchiamento.
Il programma sarà particolarmente utile a coloro che hanno superato i 40 anni di età. Dopo questa età la variabilità del ritmo cardiaco inizia a scendete inesorabilmente.
Il programma aiuterà ad allungare gli anni di una vita attiva. Noi siamo i primi sviluppatori di un programma sonoro che è basato sulla scoperta degli scienziati italiani e speriamo che questo programma possa aiutare molte persone rendendo la loro vita più sana e piena.
Le particolarità del programma.

Il programma “La longevità” possiede una serie di particolarità. Per favore, leggete attentamente le istruzioni per questo programma.
E’ molto importante non avere sete mentre si lavora con il programma. Prima di iniziare si consiglia di bere un bicchiere d’acqua (non di una bibita).
Con il programma si medita. L’ascolto come sfondo non è ammesso. Gli occhi devono essere chiusi!
Lavorate con il programma SOLO con il volume audio medio. Un volume troppo alto abbasserà l’efficacia del programma. Prima di iniziare a lavorare, ascoltatene un frammento e regolate l’audio.
Non si consiglia di lavorare direttamente prima di andare a dormire; fatelo non prima di 3-4 ore prima del sonno.
Si consiglia di lavorare 2 - 4 volte alla settimana, per 6-8 settimane, dopo di che occorre fare un intervallo di due settimane e poi riprendere il lavoro. Si può ripetere questo ciclo per anni e persino per decenni, non ci sono i limiti.
In nessun caso lavorate con il programma dopo aver assunto dell’alcol.
E’ meglio lavorare di mattina o nelle ore diurne, le ore migliori sono la prima ora planetaria e la settima ora planetaria diurna. Per calcolare le ore planetarie nella vostra località usate il calcolatore gratuito delle ore planetarie sul sito dell’Istituto: http://it.advanced-mind-institute.org/planetary_hour.html
Alcune persone potrebbero provare la sete durante il lavoro; è normale, basta bere un altro bicchiere d’acqua.
Per una maggiore efficacia, gli occhi durante l’ascolto devono essere chiusi e l’ascoltatore deve essere concentrato sul respiro.
Assicuratevi di ascoltare il programma originale, scaricato da voi personalmente dal sito dell’Advanced Mond Institute; non siamo responsabili dei programmi avuti tramite terze persone.
Come meditare?

Assumete una posizione comoda, chiudete gli occhi, fermate il dialogo interiore e già dopo alcuni minuti entrerete in un piacevole stato di rilassamento. Una persona media ci impiega circa 8 minuti. Prima di meditare è meglio bere un bicchiere d’acqua. Una dettagliata descrizione della tecnica di meditazione si trova nell’articolo “Come meditare in maniera corretta”.
Il programma si ascolta solo con le cuffie.

Non si consiglia l’ascolto di questo programma ai malati di epilessia, ai portatori di pacemaker, alle donne in stato di gravidanza e ai ragazzi minori di 16 anni.

Link la longevita'

© Lenny Rossolovski 2014. All rights reserved,
Tutti i diritti riservati
Solo per uso personale

domenica 26 luglio 2015

Bere acqua di mare come alimento e medicina

coperta libro Bere Acqua di Mare & Hamer

"Ho scoperto che qui in Calabria molte persone bevono acqua di mare o la usano per curare malattie della pelle. I vecchi lo sanno. Abitano sul mare o fanno i pescatori".
Bere acqua di mare per quando siamo amalati è un rimedio molto poderoso che debbe usarsi dopo avere capito bene la situazione del malato, d'acordo alle leggi del dr. Hamer.
Nel libro si spiega:
  • l'uso quotidiano, come cibo 
  • per quando siamo amalatti
(Il libro contiene un capitolo dedicato alla spiegazione delle scoperte di Hamer).
Come alimento serve contra la denutrizione infantile e per gli adulti come somministro d'oligoelementi.

(acqua di mare trasparente raccolta della spiaggia)

Come si cominciò ad usare

Cent'anni fa in Francia molti bambini morivano di colera. René Quinton salvò la vita di tutti loro con iniezioni di acqua di mare. Da allora e fino al 1980, nel sistema sanitario francese si prescrisse acqua di mare, bevuta o iniettata.
Attualmente, il paese in cui più si utilizza l'acqua di mare, considerando come basi le leggi del dr.Hamer per capire correttamente la situazione del paziente, èil Nicaragua.
Il vademecum del medico francese del 1975 diceva che il Quinton Isotonic (una parte di acqua di mare e tre di acqua normale) è "identico nell'aspetto fisico, chimico e fisiologico al nostro ambiente interno" e che  "È possibile sostituire tutto il sangue di un animale con il Quinton Isotonic senza problemi per l'organismo" e "senza controindicazioni".
Il "Quinton Isotonic" si chiama anche "Plasma de Quinton" o acqua di mare isotonica.
In Francia dedicarono un monumento a Quinton e lo nominarono tra l'altro, Ufficiale della Legione d'Onore per aver debellato il colera in Francia e in Egitto.

Situazione legale

Tutte le ditte che vendono acqua di mare la sterilizzano a freddo, eliminando con dei filtri tutti gli organismi vivi (fitoplancton, zooplancton e batteri).
Nelle farmacie si trovano molti prodotti fatti con acqua di mare, per esempio la Quinton.es imbottiglia l'acqua con procedimenti di qualità farmacologica, è riconosciuta come "complemento alimentare" e si vende ad un prezzo di 100 € al litro.
Le altre marche vendono l'acqua di mare imbottigliata con procedimenti che la rendono legalmente adatta solo per cucinare, ad un prezzo di 2€ al litro. Realmente si può usare per tutto ciò che qui indichiamo.
In Nicaragua la raccolgono direttamente dalla spiaggia la lasciano decantare prima dell'utilizzo.

Come funziona

Siccome l'acqua di mare isotonica è uguale ai liquidi interni de nostro organismo (i liquidi che circondano le nostre cellule), quando la beviamo ne stimoliamo il ricambio, favorendone la depurazione (cambiamo i liquidi sporchi con liquidi puliti).  
Tutto il corpo ritorna a funzionare normalmente. (Si spiega più in dettaglio nelvideo di presentazione del libro).

Per cosa si usa

In tutto il mondo si sono sempre utilizzate le virtù medicinali dell'acqua salata (non solo di mare). 
Dall'esperienza di Quinton sappiamo che la migliore acqua salata è quella del mare, in quanto uguale ai liquidi interni del nostro corpo. 
La talassoterapia si basa sull'uso esterno dell'acqua di mare, mentre qui parliamo dell' uso interno. 
L'effetto principale dell'acqua di mare è disintossicante. Le persone che maggiori miglioramenti e benefici notano sono quelle più intossicate: chi si è sottoposto a chemioterapia.
L'acqua di mare è un rimedio molto potente che dobbiamo usare con la maggior saggezza possibile. Quinton la usò in base alle conoscenze di quell'epoca, noi abbiamo la fortuna di conoscere le scoperte del dr.Hamer, grazie alle quali abbiamo capito che l'acqua di mare rende più facile al paziente entrare nella fase di recupero della sua malattia, con tutti i rischi che ciò comporta se la persona è debilitata o se la malattia ha un'importante origine psichico e il suo stato di tensione dura da molto tempo ed è stato profondo.

Come assumerla

L'acqua di mare penetra attraverso la pelle quando facciamo un bagno, come quando ci mettiamo una crema sul corpo e la respiriamo quando camminiamo sulla spiaggia. Inoltre possiamo assumerla:

Bevuta

Un bicchiere di acqua di mare diluita con tre bicchieri di acqua normale, di "acqua dolce"è la miglior bevanda dissetante. Possiamo aggiungere un po' di succo di limone.  
Non c'è una regola fissa riguardo a quanta berne perché si tratta di un prodotto naturale: non ci chiediamo per esempio quanta insalata o frutta mangiamo. Ne berremo di più in estate per via del sudore e meno in inverno. È una bevanda importantissima per gli sportivi, per gli atleti (i ciclisti di alto livello la bevono).

Per cucinare

In Spagna (ed anche in Italia) si usa da sempre l'acqua di mare per preparare alcuni piatti tipici, ne esalta il sapore, ma cucinata perde le sue migliori proprietà medicinali.  
Quando si scalda oltre i 45 gradi, non perde nessun elemento chimico bensì le proprietà curative che non derivano dalla sua composizione chimica. 
Il sale comune(raffinato), come lo zucchero, sono prodotti chimici e non si dovrebbero usare nel cibo, è meglio l'acqua di mare.

Iniettata

In Francia si usa molto per curare le ernie al disco. Tutte quelle che non sono state operate si curano perfettamente con iniezioni  sottocutanee effettuate a 10 cm dalle vertebre interessate. (Potete vedere più informazione in spagnolo qui
Si può inoltre iniettare ai nostri gatti e cani ammalati o vecchi, per qualunque malattia. È molto più comodo che darla loro da bere.

Riassunto: come cominciare a berla?

  1. Conoscere ciò che dice Hamer
  2. Fare ciò che ci dice il nostro istinto (berla o no)
  3. Bere acqua di mare proveniente da una spiaggia pulita o comprarla
  4. Aggiungere un terzo di acqua di mare ad una spremuta d'arancia
  5. Se stiamo bene non noteremo nulla. Peggiore sarà il nostro stato di salute, maggiori miglioramenti avvertiremo. (Il succo d'arancia ha un miglior sapore con l'acqua di mare che senza: non è salato e non sa di pesce).

http://www.martini13.com/bere-acqua-di-mare-come-alimento-e-medicina.html



Scarica i capitoli 1-2 del libro "Bere Acqua di Mare & Hamer" in PDF


Bere Acqua di Mare & Hamer
Considerando le leggi del Dr. Hamer sull'auto-guarigione
Voto medio su 2 recensioni: Da non perdere
€ 15

mercoledì 22 luglio 2015

MEDITAZIONE ; IL VIAGGIO SCIAMANICO



il disco onirico ti apre le porte e ti conduce  sulla giusta strada , permettendoti di entrare nello spazio dei sogni e di incontrare il proprio IO e per consentire che a domande non seguano altre domande ma le risposte del Suo essere sognante (Peter Mandel)




Nel programma "Il dono dello sciamano" sono stati usati i ritmi antichi, noti già migliaia di anni fa. Il programma dura 30 minuti, sintonizzando gradualmente l'ascoltatore sulla frequenza 4,5 Hz (il ritmo delta). Questa frequenza è chiamata dai guaritori "la frequenza dello sciamano", perché gli sciamani di molti popoli battevano, sui loro tamburi, 4 o 4,5 colpi al minuto.
Il programma inizia con la frequenza 8 Hz e predispone gradualmente la coscienza alla frequenza 4,5 Hz. E, visto che la frequenza portante è di 136,1 Hz, nel programma si ricrea una combinazione unica del ritmo 4,5 Hz e della frequenza 136,1 Hz che vi permetterà di esplorare le profondità del vostro subconscio.
E' un valido strumento con l'aiuto del quale potreste incominciare a comunicare con il subconscio.
Per capire come tutto ciò funziona, ricordiamo la storia e come i popoli antichi adoperavano questa frequenza.
Gli sciamani di molte tribù battevano i loro tamburi 4 o 4,5 volte al secondo. Parlandone con il linguaggio odierno, si potrebbe definire questo ritmo come isocronico, quando il suono con la frequenza portante (136,1 Hz, in questo programma) si attiva e si spegne 4,5 volte al secondo, coinvolgendo l'ipofisi e sincronizzando così l'attività degli emisferi cerebrali.

Entrambi gli emisferi si sintonizzano su questa frequenza, permettendo di armonizzare il funzionamento del cervello e di aprire la via verso la comunicazione con il subconscio. Dopo di che, lo sciamano inizia a cantare, allo scopo di entrare in risonanza con un organo specifico e di eliminare la causa della malattia. Quando una persona è sintonizzata su 4,5 Hz , le si aprono moltissime possibilità per effettuare una correzione dei blocchi presenti nel subconscio. Per agevolarlo, nel programma si adopera la frequenza di sfondo 432 Hz (Lenni Rossolovski)


Nell'antichità, era considerata una pianta sacra. Il suo nome deriva dal latino, salvere, da cui "salvare", perché creduta benefica per qualsiasi male.
Nel Medioevo si usava mettere qualche foglia, ricca di olio essenziale, in bocca, prima di andare a dormire, per favorire sogni divinatori o risolutivi di problemi. Infatti, uno dei nomi con cui era definita la salvia sclarea anticamente era "occhio chiaro". Si supponeva che rinforzasse la vista e lo sguardo interiore: che aiutava a "vedere" più chiaramente. 



Con l'olio essenziale di Salvia Sclarea si provocano sogni psichedelici e in laboratori di ricerca si è scoperto che "sniffate" di aromi di Salvia inducono una specialissima attività onirica in cui si mantiene la consapevolezza di sognare.
Basta versare alcune gocce di olio essenziale sul cuscino o deodorare la stanza da letto 20 minuti prima di coricarsi.
"Il sogno è un momento di libertà incondizionata dell'individuo. Nel sogno si può fare quello che si vuole. Il sogno a livello inconscio ha un effetto catartico che libera tensioni emotive relegate nell' inconscio.
E' il primo segnale di guarigione di squilibri psichici e di malattie psicosomatiche. Se si sopprimono i sogni - si sono fatti esperimenti in laboratorio - si altera l'equilibrio emotivo con gravi danni psichici.

Meditazione: Il viaggio Sciamanico

per questa meditazione sono necessari tre componenti

Il disco onirico
il programma neuroacustico il dono dello sciamano
olio essenziale di salvia sclarea

mettete nel diffusore di essenze qualche goccia di salvia sclarea, sdraiatevi con le cuffie stereo in ascolto del programma il dono dello sciamano, ora ponete il disco onirico sulla fronte con il quarzo rosa verso l'alto per 5 minuti, dopo ponete il disco sull'ombelico che rappresenta l'inconscio psichico
per 10 minuti , togliete il disco e rimanete in ascolto se ci sono immagini o voci rimanete consapevoli, fino a che arrivate in uno spazio di silenzio

Ora potete connettervi al vostro inconscio potete chiedere aiuto per qualsiasi tipo di problematiche
il suo potere è immenso, siate amici del vostro subconscio

"Il subconscio è mio amico e io sono amico del  subconscio. mi favorisce in ogni modo e mi aiuta a vivere una vita felice IO sono grato al mio subconscio"

dopo questa meditazione andate a dormire i sogni saranno molto intensi e chiarificatori

Antar Raja






lunedì 20 luglio 2015

Visualizzazione per il riequilibrio emisferi cerebrali




















Quale emisfero del tuo cervello è dominante? Il test del cervello in 30 secondi al link qua sotto
è possibile fare un test e determinare qual'è il tuo emisfero dominante.


dopo aver stabilito qual'è il tuo emisfero dominante puoi fare questo esercizio per riequilibrare i tuoi emisferi del cervello, da un'improvvisa intuizione un metodo semplice ed efficace per riequilibrare gli emisferi , nessuna spesa , nessun attrezzo o componente strano, solo la tua visualizzazione del colore

Visualizzazione per il riequilibrio emisferi cerebrali

dopo aver stabilito qual'è il tuo emisfero dominante,visualizza il tuo emisfero dominante ATTIVO di colore VIOLA rimani con questa immagine per circa 1 minuto, poi passa all'emisfero PASSIVO
visualizzandolo di colore GIALLO rimani con questa immagine per 1 minuto

ripeti operazione con

emisfero attivo BLU
emisfero passivo ARANCIONE

emisfero attivo VERDE
emisfero passivo ROSSO

 Antar Raja

giovedì 16 luglio 2015

RIFLESSOLOGIA FRATTALE



Come tutte le storie anche quella della Riflessologia Frattale ha un inizio, fondamentale per comprenderne i molti aspetti e le scoperte che hanno portato al suo sviluppo, ed è legata indissolubilmente al nome di Giuseppe Calligaris.

Nato nel 1876 in provincia di Udine, figlio di un medico, Giuseppe Calligaris segue le orme paterne e si laurea in Medicina, a Bologna, nel 1901, con una tesi pioneristica e innovativa intitolata Il pensiero che guarisce. Saranno proprio i collegamenti tra “pensiero” e soma a condurlo nella lunga e affascinante strada delle sue scoperte e della riflessologia.

Durante la specializzazione in neurologia classica Calligaris si appassiona sempre di più all’aspetto “materializzato” del pensiero, ossia al sistema nervoso, sotto la guida e l’influenza del prof. Mingazzini, che lo spinge a indagare nel campo della sensibilità cutanea.

Le Alterazioni della Sensibilità

Fin dai primi studi, infatti, il medico ha notato alcune anomalie sconosciute nella sensibilità di soggetti con disturbi e lesioni del sistema nervoso. In particolare dal 1906 studia profondamente le alterazioni della sensibilità, ossia delle forme di anestesia e ipoestesia; attraverso ricerche approfondite arriva a sostenere che non vi sono zone di anestesia rigidamente definite in rapporto alle varie sedi della lesione che le produce, ma che le alterazioni della sensibilità cutanea sono caratterizzate dal decorso rettilineo, con linee longitudinali, trasversali, oblique destre e sinistre.

Pubblica questi studi nel 1908, ma la commissione li giudica non attendibili e lo esorta a continuare le ricerche prima di pronunciarsi in proposito. Nel frattempo diventa titolare con suo padre di una clinica per malattie nervose a Udine e nel 1909 inizia la carriera di docente di Neuropatologia alla Reale Università di Roma dove manterrà la cattedra per molti anni.
I Grandi Pionieri del Passato e le loro Scoperte

Il primo trentennio del Novecento è un momento di grande fermento in tutti campi, scientifico, culturale, sociale. Assistiamo a grandi scoperte come quelle di Nikolas Tesla sull’energia elettromagnetica, l’invenzione del telegrafo senza fili di Guglielmo Marconi, gli studi di Einstein nel campo della fisica, quelli di Freud e Jung in psicanalisi, senza dimenticare le ricerche di Weilheim Reich, allievo di Freud, fondatore della bioenergetica insieme a Lowen e scopritore, tra il 1936 e il 1939, dei “bioni”, particelle di energia definita “orgonica”.

La lista degli studiosi contemporanei a Calligaris che ne hanno influenzato, direttamente o indirettamente, il lavoro, non termina qui. Ci sono quelli in qualche modo sottovalutati o peggio censurati come eretici per le loro ricerche di frontiera: William H. Fitzgerald, scopritore di zone riflesse longitudinali nel corpo e uno dei pionieri della riflessologia; Albert Abrams, un medico inglese che ha scoperto i fenomeni di risonanza e di radiazione elettromagnetica nel corpo umano (reazioni elettroniche di Abrams), Georges Lakhovsky, ingegnere francese di origini russe al quale Calligaris dedica uno dei suoi libri; il dottor Albert Leprince, professore all’Istituto di Alti Studi Internazionali di Nizza, amico ed estimatore di Calligaris, grande sostenitore della metalloterapia e delle scoperte di Lakhovsky; il prof. Ferdinando Cazzamalli, neuropsichiatra più volte citato dal nostro autore, che attraverso i primi strumenti elettromagnetici dell’epoca ha scoperto che le onde cerebrali possono essere registrate fino a nove metri di distanza, e ha indagato in modo scientifico anche il campo del cosiddetto paranormale o “metapsichico”.

Calligaris e le sue Opere

Calligaris, la sua mente, le sue ricerche e perché no, anche il suo inconscio, sono immersi in questo ricco mare. Ma come in ogni rovescio della medaglia, l’Europa di questi anni è agitata anche da aspetti decisamente meno luminosi, come i sempre più esasperati nazionalismi che portano allo scoppio della Prima guerra mondiale. Calligaris, già da alcuni anni avviato a una brillante carriera, ed eccellente ricercatore con numerosi articoli pubblicati in prestigiose riviste nazionali e internazionali, si trova a partecipare al conflitto in veste di capitano medico in un reparto della terza armata.

Dotato di una profonda sensibilità e di grandi ideali, il suo spirito scientifico di attento osservatore viene ancora più stimolato da questa esperienza; durante gli anni di servizio infatti raccoglie i pensieri e le considerazioni sulla barbarie di cui è stato testimone; al termine degli eventi bellici, pubblica il libro "Un medico e la guerra" (1922). Questo testo, uscito quando l’Italia è quasi, ormai, un paese fascista, viene ampiamente criticato per la denuncia e il giudizio inflessibili con i quali l’autore analizza le cause e gli avvenimenti della grande guerra, considerando che siamo già a cavallo dell’oscuro ventennio mussoliniano.

Questa opera ci mostra due lati particolarmente importanti del carattere dell’autore: da una parte quello dello scienziato che osserva attentamente e minuziosamente l’oggetto di studio, analizzando razionalmente tutti gli aspetti così terrificanti e dolorosi legati alla guerra come le varie ferite, l’agonia e la morte; dall’altro quello profondamente umano, sensibile, di una persona con un grande amore per l’umanità e per la vita in ogni sua forma, e con la grande aspirazione di fare qualcosa per alleviarne i dolori.

Nel 1927 Giuseppe Calligaris pubblica un’opera fondamentale per la neuropatologia, Il sistema motorio extrapiramidale, che diventa libro di testo nella Facoltà di Medicina per diversi anni. Anche in questi libri (due volumi) ci sono accenni alle scoperte sui riflessi cutanei che sta portando avanti.

Quali sono dunque questi riflessi che a un certo punto della vita lo fanno gettare a capofitto in ricerche minuziose, pazienti, incredibilmente di frontiera, fino al punto di dedicarvi più di quarantanni e scrivere oltre venti libri, e a mettere in discussione la sua stessa reputazione professionale?

Gli Studi e le Scoperte


Calligaris ha scoperto che le zone di alterata sensibilità sulla cute sono costantemente delimitate da linee longitudinali o trasverse o oblique destre o sinistre, ma sempre a decorso rettilineo. Studia sempre più minuziosamente queste linee e scopre degli strani riflessi che catturano immediatamente la sua attenzione: mentre stimola una determinata zona cutanea alla ricerca delle alterazioni della sensibilità, il soggetto esaminato riferisce una serie di sensazioni fisiche distanti dalla zona trattata, in particolare a livello viscerale; Calligaris ha così prova del riflesso cutaneo-viscerale. In un secondo tempo il soggetto stimolato sente affiorare un’emozione ben precisa e un ricordo collegato a quell’emozione: il medico individua il riflesso cutaneo-psichico. Se la stimolazione avviene prima del riposo notturno, i sogni sono influenzati dall’emozione stimolata: Calligaris scopre il riflesso cutaneo-onirico.

Cosi, lanciandosi in un’appassionata ricerca durata per tutto il resto della sua vita, Calligaris identifica sulla pelle un reticolo composto da dieci linee longitudinali, trasversali e oblique, che si ripetono serialmente, come in un frattale, in tutto il corpo e che definisce come Catene Lineari del Corpo e dello Spirito.

Le chiama “Catene” perché sperimenta che una leggera e prolungata stimolazione tattile o faradica (elettrica) di queste linee evoca, in maniera riproducibile, dei riflessi fisiologici tra loro concatenati, su organi interni, parti del sistema nervoso e psiche.

Le persone sottoposte a una stimolazione o “carica” (da lui così definita) di una particolare linea sulla pelle, cominciano ad avvertire una serie di riflessi e sensazioni interne a un organo, a una parte del sistema nervoso, e sentono insorgere dal profondo una determinata emozione o stato d’animo, anche volontariamente determinabile a priori in base alla linea stimolata.

Ogni linea è facilmente individuabile e stimolabile sulla mediana di ogni dito (mani e piedi) e nel mezzo di ogni spazio interdigitale; inoltre esiste una linea collettrice laterale, che taglia idealmente il corpo nelle metà anteriore e posteriore e che interseca tutte le altre Catene Lineari.

Questo meccanismo riflesso viene da lui definito come “cutaneo-viscero-psichico”, ed è presentato al mondo scientifico nel 1928 presso l’Accademia delle Scienze di Udine, ma ancora una volta viene considerato insufficiente.

Le Combinazioni di Stimolazione delle Linee

Giuseppe Calligaris continua imperterrito a lavorare e comincia a scoprire le varie combinazioni di stimolazione delle linee e le rispettive risposte; come un musicista passa dalle semplici note musicali agli accordi e da lì alle composizioni, sino ad arrivare a vere e proprie sinfonie.

Infatti si accorge che attraverso la stimolazione è possibile accedere, oltre che a organi e funzioni, alle memorie specifiche di ogni emozione, verificando così che sulla pelle è riflesso tutto il subconscio e il suo “archivio”.

A prova di ciò, sempre nel 1928, durante una perizia neurologica nell’ambito del processo su “Lo sconosciuto di Collegno”, riesce a far ritornare parzialmente alla mente di questo sfortunato reduce di guerra ricordi e immagini del passato, sottraendoli all’oblio mediante stimolazione della Catena Lineare della Memoria.

Giacinto Olivieri

Riflessologia Frattale

Riflessologia Frattale
Un nuovo percorso per il benessere dalle scoperte di Giuseppe Calligaris
Giacinto Olivieri

Compralo su il Giardino dei Libri

mercoledì 15 luglio 2015

Ritardare l'invecchiamento a livello cellulare


Ogni giorno, le cellule del vostro corpo vengono replicate. Lo stesso processo che si sviluppa un singolo uovo avviene in un essere umano questo si verifica costantemente per rinnovare la vostra pelle, capelli, cellule del sangue, ed alcuni organi interni.


In corso di replicazione cellulare
Se pensate di tornare a lezione di biologia, una cellula si replica in due fasi. Durante la prima fase, interfase, la cellula raccoglie nutrienti e comincia a duplicare il DNA all'interno del suo nucleo. Poi la cellula si divide in due, la fase di mitosi. Questo è il vero processo processo di come si cresce da bambino. Anche quando siamo totalmente sviluppati, le cellule continuano a dividersi. Tuttavia, quando diventiamo adulti, le nostre cellule iniziano a mostrare alcuni segni di usura.

E 'un po' come usare una fotocopiatrice. La tua prima copia dell'originale è nitida e chiara. Ma se si continua a copiare quello che esce dalla macchina, l'immagine originale comincia a deteriorarsi. Lo stesso principio vale per il DNA nelle nostre cellule.


La funzione dei telomeri
Le estremità dei filamenti di DNA sono chiamati ʺtelomeriʺ. Questi telomeri sono come cappucci protettivi sui nostri geni, che contengono le informazioni essenziali dei cromosomi all'interno. Ogni volta che una cellula si replica, una porzione del telomero logora. Questo telomero accorciato viene duplicato durante la seguente divisione cellulare, e si accorcia di nuovo. Una volta che un telomero si è effettivamente usurato, la cellula ha raggiunto la ʺvecchiaiaʺ, perdendo così la sua capacità di dividersi.


Jeunesse e la riparazione del DNA
Scienziati nutrizionalisti hanno fatto risultati rivoluzionari nel rallentare questo processo di invecchiamento prendendo di mira le cellule durante l'interfase. Arricchendo le cellule con potenti vitamine e minerali, le cellule sono in grado di replicarsi in una maniera più sana ed aiutare a mantenere la lunghezza dei telomeri. E quando i telomeri sono più lenti a deteriorarsi il processo di invecchiamento delle cellule viene ritardato

AM e PM Essentials ™
da Jeunesse sono supplementi nutrizionali giornalieri scientificamente formulati per prendere di mira i telomeri delle cellule. Prolungare la durata dei telomeri aiuta a ritardare il processo di invecchiamento. Inoltre, AM Essentials ™ rilascia ulteriori nutrienti energetici selezionati per migliorare le funzioni del corpo che sono attive durante il giorno. I nutrienti forniscono le vitamine ed i minerali necessari a livello cellulare per una funzione ottimale, tra cui la chiarezza mentale e la concentrazione. PM Essentials invia nutrienti che sono necessari per darvi un sonno riposante e dare al vostro corpo vitamine e minerali essenziali, necessari per la riparazione delle cellule, questo avviene durante il riposo.





(Preferred Customer in alto a dx)
e acquista a prezzi scontati

vedi anche
http://faregruppo.blogspot.it

lunedì 13 luglio 2015

SI DEVE PAGARE LE CURE "ENERGETICHE" O SOTTILI?


(dal web esoterico russo; il parere di un professionista)

...Un altro tema scottante, ma interessante; perché non parlarne?
E' tutto chiaro con i medici, avvocati, notai, professionisti vari. Si paga. E se si tratta di un guaritore che non possiede diplomi incorniciati disposti sui muri? Ci deve curare lo stesso, se no, "che guaritore è"?
Avevo trovato questo testo nel web russo, e, per la verità, l'avevo già messo, tempo fa, in questo gruppo, ma non ricordo sotto quale nome, ma avendo ritrovato il testo, lo rimetto. Emoticon smile Colui che scrive deve essere un "mago", ma il discorso cambia poco.
……………………………………………………

"...Spesso incontro i pareri tipo “Un vero guaritore non prende mai i soldi per il suo lavoro”, oppure “se sei un mago dimostramelo”. Li incontro nelle lettere dei clienti, nei forum tematici, nelle conversazioni, e soprattutto durante i primi incontri con persone che cercano aiuto.
Supponiamo che Lei si rivolge a me con un suo problema.
Per prima cosa, sottolineo: è Lei a rivolgersi a me.
Non ci sono delle situazioni uguali, alcune sono molto difficili. Cerco di commentare la sua situazione, di aiutarla a capire qual’è il problema. Non la faccio pagare per questo, ma anche questo è già un lavoro, diventi o no Lei un mio cliente..
D’altra parte, cerco di capire la sua posizione: non si tratta di un banale problema di vita quotidiana ma di sentimenti o di tormenti dell’anima molto profondi.
...C’è una legge che suona così: “Qualsiasi aiuto, anche disinteressato, va ricompensato”. E’ un assioma del mondo magico (a non solo magico). Io lavoro con Lei, con le sue energie. Ci metto non solo il mio tempo e spendo le mie forze, ma soprattutto, utilizzo le mie conoscenze, le mie esperienze. Le scrivo, le spiego i particolari del mio intervento. Durante questo lavoro lei è una parte del processo. In questo periodo tra lei e me si stabilisce, seppur temporaneo, un filo interattivo.
Esiste una soglia che non va varcata in nessun modo: non si può disporre delle energie del cliente per scopi propri. Per evitare questo, c’è un modo valido e consolidato: il pagamento da parte del cliente. Che va inteso come il pagamento di ciò che Le chiede il guaritore. Solo in questo modo le spese del guaritore saranno compensati in maniera adeguata. So bene che non esiste un modo adeguato né un equivalente in moneta per riacquistare la felicità dopo la guarigione dalla malattia che L’aveva attanagliato per anni, o dopo io ripristino dei contatti con una persona cara. Per cui, il pagamento è un modo che permette di ripagare il debito verso il guaritore/mago che Le permetterà di vivere e non solo di pagare i conti.
...Quanto alla “gratuità”... se il guaritore non vi ha fatto pagare, s’instaura un filo, un canale grazie a cui le energie del cliente continuano ad alimentare il guaritore. C’è sempre un compenso. Non si può versare dell’acqua in un bicchiere senza averla presa da qualche altra parte... Tutti i rapporti tendono a stabilire un bilanciamento dinamico simile ai vasi comunicanti in cui l’acqua si stabilisce allo stesso livello, anche se Lei cercherà di chiudere il rubinetto...
Qualsiasi lavoro va ricompensato: un medico non vi riceve nemmeno per un consulto se prima non versate dei soldi alla cassa, senza parlare di specialisti di altra classe che fanno degli interventi di altissimo livello.... in un negozio non vi daranno la merce se non la pagate, e questa soluzione è l’unica possibile.
...Il pagamento posticipato al risultato.
Dopo che il lavoro è stato fatto, a qualcuno è più cara non la calma/salute riacquistati ma il componente materiale. Mi scrivono che si tratta delle coincidenze, che la magia non esiste. Ci sono persone che mi raccontano, con tutti i particolari, i loro problemi, e poi chiedono di pagare dopo aver visto il risultato oppure mi chiedono di lavorare per loro gratis.
Se chiedo “perché Lei non vuole pagare il lavoro fatto da un’altra persona?” rispondono: “Non la conosco, e se lei è un ciarlatano?”
Sento delle risposte tipo: “Adesso non ho soldi, ma dopo la pagherò sicuramente”. Oppure, dopo aver visto, per esempio, tornare, il suo amato, dicono: “... sì è tornato ma non mi ha chiesto di sposarlo... credo che sia una coincidenza”. Oppure cercano di ingannare in tutti i modi... per questo la ricerca dell’aiuto con il pagamento posticipato io la vedo come il tentativo di trovare un aiuto gratuito.
... Non ho la possibilità di aiutare tutti gratis, anche perché anch’io ho i miei cari che hanno bisogno del mio intervento, oppure i clienti onesti che hanno pagato e aspettano i risultato. E’ meglio che io pensi a loro e non agli sconosciuti che mi chiedono il pagamento posticipato!
Vorrei dire alle persone che cercano quel genere di servizio: mi spiace, probabilmente, Lei ha davvero ha un grave problema che necessità di un intervento “magico”. MA: io non sono un mecenate e non lavoro in un’associazione di beneficienza. In più,
a) qualsiasi rapporto va bilanciato. Se adesso Lei riceve un servizio gratuito, in futuro il pagamento (da parte sua) avverrà comunque. Da parte mia, non mi interessa avere le sue energie, per cui, l’interazione tra Lei e me si misura in denaro.
b) Ho dei clienti pronti a pagare il mio servizio.
c) ....
Olga Samarina

giovedì 9 luglio 2015

MIRACOLO “ AGLIO E LIMONE”


Ingredienti:
5 limoni interi
30 spicchi di aglio
1 litro di acqua
Procedimento:
Lavate i limoni in acqua calda e tagliate a pezzetti.
Sbucciate l'aglio e tagliate a metà. Mettete nel mixer e tritate fino ad ottenere una purea.
Scaldate 1 litro d’acqua – versate la purea e fate bollire pochi secondi. Filtrate con un colino e versare nella bottiglia di vetro. Conservate in frigorifero!
L’uso:
Bevete prima dei pasti al mattino - prima della colazione o prima del pranzo -1 bicchierino da grappa.

Questa cura dovrebbe essere ripetuta ogni anno.
L'odore del aglio non si sentirà. L'effetto “limone e aglio” ha dei risultati incredibili sul vostro organismo.

Rimuove calcio e grassi dal corpo e dai vasi sanguigni. Rinforza il cuore, regola la pressione. Dopo 3 settimane avrete una piacevole sensazione “ringiovanimento del corpo”.
Calcificazione e sintomi secondari come disturbi della vista o problemi del udito diminuiscono gradualmente. Dopo 3 settimane dal inizio della cura sospendete per 8 giorni e poi di nuovo per tre settimane.
Dormirete bene tutta la notte e non correte più in bagno.

Si usa come la prevenzione della tiroide. I risultati sono eccellenti. Il grasso e il calcio nelle arterie si dissolve, ferma la perdita dei denti.

sabato 4 luglio 2015

La rimozione della depressione

Questo programma è basato sugli studi clinici condotti sui pazienti depressi, nel corso dei quali si era capito che tutte le persone depresse possedevano una particolarità: i lobi frontali dell'emisfero destro mostravano una forte attività, mentre l'attività dei lobi frontali dell'emisfero sinistro era repressa.

Questo programma funziona in modo particolare: nell'orecchio sinistro (collegato all'emisfero destro) si manda un ritmo isocronico alfa, mentre nell'orecchio destro (collegato all'emisfero sinistro) si mandano dei ritmi isocronici beta e gamma. In tal modo, l'attività dell'emisfero destro si diminuisce, e si rafforza l'attività dell'emisfero sinistro. Così si sollecita l'uscita del paziente dalla depressione.
Inoltre, nel programma si usano i toni delle campane tibetane che contribuiscono al ripristino dell'equilibrio interiore.
Il programma è destinato ESCLUSIVAMENTE alle persone che soffrono la depressione; NON E' CONSIGLIABILE lavorare con il programma alle persone sane.

Le particolarità di questo programma:

Sono tre.
Si può lavorare con il programma SOLO UNA VOLTA al giorno, per un totale di 2 o 3 volte alla settimana. Non si può lavorare con il programma due giorni di seguito.
Si può lavorare con il programma per non più di 6 settimane di seguito, dopo di che occorre fare un intervallo di 2 settimane.
Si deve ACCERTARSI che la cuffia destra corrisponda all'orecchio destro, e la cuffia sinistra corrisponda all'orecchio sinistro. In caso contrario il programma non funzionerà!
Come meditare?

Assumete una posizione comoda, CHIUDETE obbligatoriamente gli occhi e fermate il dialogo interiore; già dopo alcuni minuti entrerete in un piacevole stato di rilassamento. Ad una persona media servono circa 8 minuti. Prima della meditazione è consigliabile bere un bicchiere d'acqua. Questo programma va ascoltato SOLO con le cuffie stereo.

Le ore d'ascolto consigliate: mattina e pomeriggio.

Si sconsiglia l'ascolto del programma ai malati di epilessia, ai portatori di cardiostimolatori, alle donne in stato di gravidanza e ai ragazzi minori di 16 anni.

https://it.advanced-mind-institute.org/store/emozioni-e-umore/la-rimozione-della-depressione/?affiliate=TRKCASWQK8H

Lenni Rossolovski 2014. All rights riserved.
Tutti i diritti riservati.
Solo per uso personale.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...