... Non Solo Cromopuntura

mercoledì 22 luglio 2015

MEDITAZIONE ; IL VIAGGIO SCIAMANICO



il disco onirico ti apre le porte e ti conduce  sulla giusta strada , permettendoti di entrare nello spazio dei sogni e di incontrare il proprio IO e per consentire che a domande non seguano altre domande ma le risposte del Suo essere sognante (Peter Mandel)




Nel programma "Il dono dello sciamano" sono stati usati i ritmi antichi, noti già migliaia di anni fa. Il programma dura 30 minuti, sintonizzando gradualmente l'ascoltatore sulla frequenza 4,5 Hz (il ritmo delta). Questa frequenza è chiamata dai guaritori "la frequenza dello sciamano", perché gli sciamani di molti popoli battevano, sui loro tamburi, 4 o 4,5 colpi al minuto.
Il programma inizia con la frequenza 8 Hz e predispone gradualmente la coscienza alla frequenza 4,5 Hz. E, visto che la frequenza portante è di 136,1 Hz, nel programma si ricrea una combinazione unica del ritmo 4,5 Hz e della frequenza 136,1 Hz che vi permetterà di esplorare le profondità del vostro subconscio.
E' un valido strumento con l'aiuto del quale potreste incominciare a comunicare con il subconscio.
Per capire come tutto ciò funziona, ricordiamo la storia e come i popoli antichi adoperavano questa frequenza.
Gli sciamani di molte tribù battevano i loro tamburi 4 o 4,5 volte al secondo. Parlandone con il linguaggio odierno, si potrebbe definire questo ritmo come isocronico, quando il suono con la frequenza portante (136,1 Hz, in questo programma) si attiva e si spegne 4,5 volte al secondo, coinvolgendo l'ipofisi e sincronizzando così l'attività degli emisferi cerebrali.

Entrambi gli emisferi si sintonizzano su questa frequenza, permettendo di armonizzare il funzionamento del cervello e di aprire la via verso la comunicazione con il subconscio. Dopo di che, lo sciamano inizia a cantare, allo scopo di entrare in risonanza con un organo specifico e di eliminare la causa della malattia. Quando una persona è sintonizzata su 4,5 Hz , le si aprono moltissime possibilità per effettuare una correzione dei blocchi presenti nel subconscio. Per agevolarlo, nel programma si adopera la frequenza di sfondo 432 Hz (Lenni Rossolovski)


Nell'antichità, era considerata una pianta sacra. Il suo nome deriva dal latino, salvere, da cui "salvare", perché creduta benefica per qualsiasi male.
Nel Medioevo si usava mettere qualche foglia, ricca di olio essenziale, in bocca, prima di andare a dormire, per favorire sogni divinatori o risolutivi di problemi. Infatti, uno dei nomi con cui era definita la salvia sclarea anticamente era "occhio chiaro". Si supponeva che rinforzasse la vista e lo sguardo interiore: che aiutava a "vedere" più chiaramente. 



Con l'olio essenziale di Salvia Sclarea si provocano sogni psichedelici e in laboratori di ricerca si è scoperto che "sniffate" di aromi di Salvia inducono una specialissima attività onirica in cui si mantiene la consapevolezza di sognare.
Basta versare alcune gocce di olio essenziale sul cuscino o deodorare la stanza da letto 20 minuti prima di coricarsi.
"Il sogno è un momento di libertà incondizionata dell'individuo. Nel sogno si può fare quello che si vuole. Il sogno a livello inconscio ha un effetto catartico che libera tensioni emotive relegate nell' inconscio.
E' il primo segnale di guarigione di squilibri psichici e di malattie psicosomatiche. Se si sopprimono i sogni - si sono fatti esperimenti in laboratorio - si altera l'equilibrio emotivo con gravi danni psichici.

Meditazione: Il viaggio Sciamanico

per questa meditazione sono necessari tre componenti

Il disco onirico
il programma neuroacustico il dono dello sciamano
olio essenziale di salvia sclarea

mettete nel diffusore di essenze qualche goccia di salvia sclarea, sdraiatevi con le cuffie stereo in ascolto del programma il dono dello sciamano, ora ponete il disco onirico sulla fronte con il quarzo rosa verso l'alto per 5 minuti, dopo ponete il disco sull'ombelico che rappresenta l'inconscio psichico
per 10 minuti , togliete il disco e rimanete in ascolto se ci sono immagini o voci rimanete consapevoli, fino a che arrivate in uno spazio di silenzio

Ora potete connettervi al vostro inconscio potete chiedere aiuto per qualsiasi tipo di problematiche
il suo potere è immenso, siate amici del vostro subconscio

"Il subconscio è mio amico e io sono amico del  subconscio. mi favorisce in ogni modo e mi aiuta a vivere una vita felice IO sono grato al mio subconscio"

dopo questa meditazione andate a dormire i sogni saranno molto intensi e chiarificatori

Antar Raja






Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...