... Non Solo Cromopuntura

martedì 14 aprile 2015

LA MEDITAZIONE DEL PERDONO (DI LENNI ROSSOLOVSKI)


LA MEDITAZIONE DEL PERDONO (DI LENNI ROSSOLOVSKI). UNA NOVITAì DA NON PERDERE!

Chi s'interessa dei nostri temi, sa bene che senza saper perdonare e perdonarsi sarà difficile progredire su un cammino spirituale (e anche nella vita di tutti i giorni!). Il peso dei rancori, piccoli e grossi, spesso inutili, ci frega sempre, inacidendo la vita. Molte pratiche spirituali ne parlano. Ma perdonare e perdonarsi è difficile.
Questa meditazione ci può dare una mano enormemente. Ascoltate il brano, sulla pagina della meditazione; anche le musica che l'accompagna, è bellissima.
…………...
Descrizione:

Il programma “La meditazione del perdono” è uno strumento importante e necessario per la sintonizzazione del nostro corpo energetico-informazionale (il nostro “bozzolo vibrazionale”). Perdonare una persona, oppure una situazione, dal punto di vista energetico-informazionale, significa “rattoppare” i buchi nei nostri corpi sottili, attraverso i quali perdiamo molta energia. Il peso dei rancori è quello tra i più brutti, ed è necessario liberarsene. Ognuno di noi conosce il sentimento di rancore, avendolo nutrito più volte, nella vita.

Non ci pensiamo mai, ma potremmo nutrire il rancore non solo verso una concreta persona, ma anche verso il destino, verso il paese dove abitiamo, verso la nostra civiltà e così via; tutto può essere l’oggetto del rancore: una persona, un essere inanimato, una situazione. Molti guaritori credono che dei rancori radicati possano causare una moltitudine di gravi malattie, tra cui anche il cancro, succhiando via molte nostre energie. Ecco perché è molto importante “sradicare” ciò che sta nelle profondità del subconscio.

Occorre notare che molti rancori nascono senza fondamenti; nascono, per esempio, solamente perché le azioni di una persona non hanno trovato corrispondenza alle nostre aspettative. Il rancore di per se stesso è soggettivo, e può nascere senza alcuna base oggettiva. A volte ci offendiamo apposta, per avere un vantaggio personale: per esempio, una ragazza potrebbe dimostrarsi offesa solo per farsi dare una prova dei sentimenti del suo fidanzato.

Ognuno di noi presenta un groviglio di rancori: verso i genitori, verso il capo, verso gli amici, i colleghi... Essendo molto abituati a questo sentimento, abbiamo smesso di percepirlo come qualcosa di negativo per noi, ma non è così. Siamo noi per primi a risentirne gli effetti negativi, e non l’oggetto del rancore.

Un rancore tira l’altro: tutti, di sicuro, conoscono delle persone perennemente offese e rancorose; per loro, anche una parola sbagliata può infliggere una profonda ferita psicologica, solamente perché questa persona è già predisposta a questo tipo di reazione.

I rancori, le paure ed altre emozioni negative possiedono le loro frequenze. Di solito si collocano nella banda 144-396 Hz, e sono proprio quelle frequenze che sono capaci di ferire il nostro bozzolo vibrazionale.

Il programma “La meditazione del perdono” lavora con queste frequenze, facendo il “rattoppo” del bozzolo vibrazionale. Ma un semplice ascolto del programma non basterà; occorre liberarsi del peso dei rancori, perdonare tutti coloro che vi hanno offeso. In realtà, questo non è affatto semplice. Quando voi pensate al dolore che avete provato, il vostro rancore vi sembra più che logico, più che ovvio. Bisogna scavalcarlo: facendo così voi state facendo del bene prima di tutto a VOI STESSI.

Come lavorare con il programma?

Nel programma si usano delle frequenze attive nella banda 144-396 Hz, che favoriscono la liberazione dalle paure, dai rancori e da molte altre emozioni negative nel nostro subconscio. Il programma inizia dal ritmo beta 17 Hz e scende fino al ritmo delta (meno di 3 Hz), aprendoci le porte di accesso al nero groviglio dei rancori e delle paure (nella maggioranza delle persone questo punto si colloca tra il primo e il secondo chakra).
Il vostro compito è quello di estrarre questo groviglio dal vostro corpo energetico.
Le frequenze del programma vi aiuteranno, ma dovete lavorare anche da soli. Durante l’ascolto sentirete il vostro corpo riempirsi di vibrazioni e potrete persino scoprire l’area dove avvertirete la risonanza.
Dovete lavorare con questa area, riempiendola di energia e di luce. Potete vederla come un’area nera che va eliminata con la luce e con il fuoco. Perdonate mentalmente tutte le persone che vi hanno offeso. Potreste rimanere stupiti, ma se durante la meditazione riuscirete a perdonare la persona, già dopo alcune ore o giorni questa si metterà in collegamento con voi – le persone sentono molto bene tutto ciò che le riguarda.

Come meditare?

Assumete una posizione comoda; chiudete gli occhi, fermate il dialogo interiore e già dopo alcuni minuti entrerete in uno stato di piacevole rilassamento. Per una persona media occorrono circa 8 minuti. Prima d meditare, bevete un bicchiere d’acqua. Potete leggere sulla tecnica della meditazione nell’articolo “Come meditare in maniera corretta”.

Per lavorare con il programma, servono le cuffie stereo; senza le cuffie il programma non funzionerà. Si può lavorare con il programma a qualsiasi ora, ma le ore più favorevoli sono: la seconda ora planetaria e la prima ora planetaria; la risonanza migliore avviene nelle ore planetarie di Marte.
Potete leggere sul nostro sito sul sistema delle ore planetarie.
Mettere l’audio al livello MEDIO, non troppo forte.

Non si consiglia l’ascolto di questo programma ai malati di epilessia, ai portatori di pacemaker, alle donne in stato di gravidanza e ai ragazzi minori di 16 anni.

http://it.advanced-mind-institute.org/negozio/emozioni-e-umore/la-meditazione-del-perdono.html

© Lenny Rossolovski 2014. All rights reserved,Tutti i diritti riservati
Solo per uso personale.
Olga Samarina

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...